VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow Archivio
Una «Notte di Luce», prima che sia di nuovo giorno
di Fabio Marzari   
isolapasqua.jpgIl senso stesso della scrittura è quello di rendere in qualche modo eterno e immodificabile un pensiero, riuscendo a catturare con le parole il concentrato di emozioni, che una volta vissute, apparterrebbero solo alla sfera della memoria. Le parole danno valenza cognitiva agli accadimenti, fermano l’attimo e lo reinterpretano a seconda del contesto in cui vengono utilizzate. La poesia è l’espressione più elevata di tale meccanismo, in quanto sintesi di lettere assonanti a tracciare il sentire dell’animo umano. Per la Notte di Luce, evento collaterale della Biennale di Venezia dedicato al tema della metamorfosi, il 9 ottobre, l’Isola di San Servolo, luogo rinato alla funzione di motore culturale a valenza internazionale, diviene, grazie all’idea dell’artista Marco Nereo Rotelli, un posto da primato, nel senso letterale del termine. Poeti come il grande Adonis e il cinese Yang Lian, che si alterneranno agli artisti italiani Marco Nereo Rotelli e Matteo Ferretti e ad artisti di Rapa Nui, Pablo Hereveri e Johnny Tuki, divengono protagonisti di una performance collettiva destinata alla creazione di una poesia originale lunga 150 metri - la poesia più lunga del mondo -, scritta su un rotolo di carta riciclata, grazie al contributo del consorzio Comieco che si occupa del recupero e del riciclo degli imballaggi a base cellulosa.

rongorongo1.jpg La poesia più lunga del mondo sarà il risultato visibile dell’azione interattiva e dinamica nella quale le parole possono diventare forme, un’opera collettiva che rende tangibile l’idea della metamorfosi come conoscenza. Un divenire delle cose, delle idee, un nuovo momento di vita, per fissare dei pensieri appartenenti a culture differenti. E la scrittura, sequenza di segni che formano la memoria collettiva, è la chiave di volta del lavoro di Rotelli, che è rimasto affascinato al limite della folgorazione dalla scrittura Rongo Rongo, la misteriosa e ancora per molti versi inesplorata cultura scritta dell’Isola di Pasqua, tre tavolette inintelligibili, conservate dal 1925 nei Musei Vaticani.

 

Una popolazione lontanissima che in un’epoca remota ha sviluppato una civiltà raffinata, di cui la scrittura, composta di misteriosi pittogrammi incisi su tavolette lignee, senza eguali in altre culture, rappresenta la punta di diamante. In essa è presente la volontà di segnare in modo indelebile i propri fondamenti per garantire un divenire a uomini leggendari, che narrano le vicende di Rapa Nui, rendendo visibile la forza onirica, il Mana, sostanza stessa di una dimensione a cavallo tra la spiritualità e l’origine collegata ad ogni cosa. Ecco quindi vari percorsi che si incrociano a San Servolo, dove la poesia si incontra con gli archetipi, dal passato al futuro, da civiltà lontane al presente che è già domani, rappresentato da Mercury House One, l’affascinante modulo abitativo, in cui il prezioso marmo di Carrara diviene un elemento, che riveste il nucleo di rongorongo2.jpgun pensiero tecnologicamente all’avanguardia.

 

Ecco che Poetry, un incontro dedicato all’arte e alla poesia come creatività originaria, anteprima e prologo alla Notte di Luce, l’8 ottobre nella sede della Biennale, nei nuovissimi spazi al piano terra di Palazzo Giustinian, è uno speciale reading che il grande poeta Adonis dedicherà ai versi tratti dal Libro delle metamorfosi e una performance artistica di Rotelli, che trascriverà su cento pergamene le parole del poeta, recandole in omaggio al pubblico presente. L’idea che la poesia rappresenti la difesa del linguaggio campeggerà sui muri grazie alla proiezione del cortometraggio dal titolo Divina Scrittura. Save Rongo Rongo, un’opera dedicata al misterioso linguaggio Rongo Rongo dell’Isola di Pasqua, realizzato dallo stesso Rotelli e dal giovane artista Mattia Listowski, con voce narrante di Edoardo Sanguineti, un linguaggio perduto che torna vivo nelle folgoranti intuizioni visive descritte da Edoardo Sanguineti come figure narranti di una animata Divina Commedia. La luce della notte si spinge oltre il buio, superando i confini.

 

 «Notte di Luce»
8 ottobre Biennale, Ca’ Giustinian ore 18.00 - 9 ottobre Isola di San Servolo ore 14.30-20.00
Info tel. 3204563416 - 3391992294 www.fondazionemarenostrum.it

 

PROGRAMMA

 

8 OTTOBRE
LA BIENNALE CA’ GIUSTINIAN
POETRY | La poesia in/forma dell’altro

Ore 18.00

Adonis reading del poeta

Marco Nereo Rotelli performance dell’artista

 

Divina Scrittura. Save Rongo Rongo
proiezione in prima assoluta del cortometraggio
Edoardo Sanguineti voce narrante
Mattia Listowski e Marco Nereo Rotella regia


9 OTTOBRE
ISOLA DI SAN SERVOLO
NOTTE DI LUCE

Ore 14.30

Incontro di presentazione con i giornalisti.

Intervengono: Marco Nereo Rotelli, Carlo Montalbetti, Orlando Pandolfi, le autorità istituzionali di Venezia.

Divina Scrittura - Save Rongo - Rongo
video di Mattia Listowski su sceneggiatura originale di Edoardo Sanguineti

Omaggio a Fernarda Pivano
visione del video L’idea del mare

Network Poetico
a cura di Caterina Davinio

Ore 15.30

Carta di Luce - La poesia più lunga del mondo
Intervengono: Marco Nereo Rotelli, Matteo Ferretti, Pablo Hereveri, Victor Hey, Yang Lian

Metamorfosi
Reading poetico a cura di Loretto Rafanelli con: Claudio Angelini, Tiziano Broggiato, Anna Buonisegni, Maria Grazia Galatà, Marco Marangoni, Francesca Merloni. Performance musicale alla tromba di Massimo Donà.

Ore 18.00

Reading poetico di Adonis e Yang Lian
a cura di Cinzia Fratucello

Ore 19.00

Inaugurazione ArtLab 5_residenze artistiche a San Servolo/ Le isole della Creatività
organizzato da San Servolo Servizi, a cura della Fondazione Mare Nostrum. Interviene Orlando Pandolfi sull’empowerment con la presentazione di un modello generale di gestione virtuale della conoscenza

Ore 20.00

Cocktail


31 OTTOBRE
ISOLA DI SAN SERVOLO
NOTTE DI PAROLE

Ore 17.00
Universale Particolare: le due facce dell'essere umano
spettacolo di Moni Ovadia

Ore 19.00

Inaugurazione della Mostra
ArtLab 5 /Le Isole della Creatività#1 L’Isola di Pasqua
Esposizione dei lavori completi degli artisti Pablo Hereveri e Victor Hey

 

framerongo.jpg