VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Archivio
Tra committente e realtà. Ventuno modi per definire l’artista
di Chiara Casarin   

bevilacqualamasa.jpg

Installazioni, performance, video, disegni e fotografie compongono la mostra organizzata nelle due sedi di Palazzetto Tito per la Fondazione Bevilacqua La Masa (www.bevilacqualamasa.it ) e Palazzo Mangili Valmarana per la Fondazione Buziol (www.fondazioneclaudiobuziol.org ). Questa esposizione, dal divertente titolo A camel is a horse designed by a committee, raccoglie le opere dei ventuno artisti provenienti da tutto il mondo che sono stati selezionati per la quindicesima edizione del Corso Superiore di Arti Visive della Fondazione Antonio Ratti.

 

Le opere sono state concepite e realizzate durante il workshop tenutosi a luglio vicino al lago di Como coordinato dal visiting professor Walid Raad. Durante quest’esperienza, gli artisti hanno condotto alcune approfondite indagini sul ruolo dell’artista nel ridefinire i linguaggi e le prospettive dell’arte della contemporaneità e hanno realizzato una pubblicazione che, come un vero e proprio progetto d’artista, è composto da poster dedicati ciascuno ai protagonisti in mostra. Tra i partecipanti solo tre sono i vincitori del Premio Epson Far per la ricerca, promosso dal 2006 da Epson Italia, scelti dalla giuria composta da Marco de Michelis, Marta Kuzma, Carla Conca.


«A camel is a horse designed by a committee»
Dal 16 ottobre all'8 novembre
Fondazione Bevilacqua La Masa e Fondazione Buziol