VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Archivio
Padiglione Venezia. Fa come natura face in foco. Il vitreo specchio espressivo da Murano in poi
di Chiara Casarin   
padvenezia.jpgDopo quasi quaranta anni di silenzio, il Padiglione Venezia ai Giardini della Biennale riprendere le fila della tradizione che fin dalla sua nascita lo ha contraddistinto. Eretto nel 1932, si è voluto fin da subito che fosse dedicato alla rappresentazione delle arti nelle quali Venezia e il territorio veneziano si distinguono ed è proprio per tale ragione che il vetro e la sua lavorazione muranese divennero fin da subito protagonisti trionfanti di questo spazio espositivo. 

 

Alla 53. Biennale di Venezia, il Padiglione propone le opere di alcuni tra i più interessanti artisti del panorama nazionale e internazionale: Bianchin, Ohira, Mishima, Rosin, Tagliapietra e Diaz de Santillana. Al centro dell'esposizione vi è un prezioso omaggio a Toni Zuccheri e alla sua  fine produzione artistica mentre nella Sala della Memoria è stata allestita una panoramica sugli anni tra i Venti e i Sessanta in cui spiccano i lavori di Carlo Scarpa per Venini, di Barovier e, tra gli altri, di Seguso. Il titolo dell'esposizione rimanda alla forza naturale del fuoco da sempre incredibilmente magica e che per tradizione si anima a Venezia e in particolare a Murano, isola genitrice indiscussa di questa meraviglia materica.

«Fa come natura face in foco»
Giardini della Biennale
Info www.labiennale.org