VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CINEMA arrow Archivio
La poesia del pessimismo. I capolavori del cinema italiano alla Pasinetti
di Elena Furlanetto   
ierioggidomani.jpgPopulismo, neorealismo, piccole storie meschine e tuttavia non prive di follia, tragedia e grandezza. Queste sono le parole-chiave del programma di novembre di Circuito Cinema e «FilmItalia». Si comincia venerdì 6 con La Classe Operaia Va in Paradiso, Palma d´Oro a Cannes e David di Donatello nello stesso anno, vale a dire il 1972, primo film italiano sull´alienazione della classe operaia. Decisamente meschina la vicenda narrata in La Donna Scimmia, un film talmente cupo che il produttore (Carlo Ponti) si vide costretto ad eliminare la parte finale e i francesi ne chiesero una versione a lieto fine. Immaginando Rapina a Mano Armata di Kubrick nell´Italia traumatizzata e incerta del dopoguerra si ottiene Caccia Tragica, nato dalla combinazione di espressionismo e pessimismo a cui nemmeno la morte pone rimedio. Voci da un passato in cui l´Italia sapeva concedersi sperimentazioni selvagge e aveva ancora la capacità di raccontare un paese sensuale che risplendeva di autoironia, come nel celeberrimo spogliarello di Sofia Loren che si promette e poi si nega a Marcello Mastroianni («Non possiamo Augu´, ho fatto un fioretto») sul set del bellissimo film di De Sica Ieri, Oggi, Domani.

«FilmItalia»
6, 13, 20, 27 novembre La Casa del Cinema-Videoteca Pasinetti
Info tel. +39 041-5241320


 

:agenda cinema