VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow VENICENESS arrow Archivio
Porzioni singole... primaverili
di Fabio Marzari   

 mucca.jpgAdotta una mucca

 

In un periodo in cui si parla spesso di prodotti a km zero, va segnalata una simpatica iniziativa della Valsugana e del Lagorai, studiata per far conoscere la natura incontaminata delle montagne di quella zona del Trentino e per offrire la possibilità, adottando una mucca, di imparare come si produce il formaggio secondo metodi antichi, come si vive in una malga e cosa sia un alpeggio. Per adottare un ruminante, produttore di ottimo latte, potendolo scegliere tra le mucche offerte ‘in catalogo’ delle malghe, è sufficiente un bonifico bancario di 60 euro di cui 10 andranno alla Fondazione Città della Speranza di Padova. Inoltre è possibile andare a far visita all’amica mucca, durante il periodo dell’alpeggio da metà giugno a metà settembre. Adottando una mucca si ha diritto di ricevere prodotti caseari di malga per un importo pari a 50 euro, all’unica condizione di andare a trovare la mucca di persona. Si potranno scegliere tra formaggi freschi e stagionati, gustosissime ricotte, burro, tosella e latte fresco, per portare a casa i sapori e i profumi della montagna trentina, ascoltando inoltre dalla viva voce dei “malghesi” le storie della loro vita e osservando di persona come viene lavorato il latte per produrre dei meravigliosi derivati. Al piacere della scoperta di luoghi bellissimi si unisce la soddisfazione di poter dire agli amici che si è sodali di una mucca generosa ed ecologicamente corretta, un autentico bovino, a quattro zampe…


Info APT Valsugana, Ufficio di Castello Tesino - Tel. 0461-593322


Il Molino delle Meraviglie


Nei primi tre giorni di marzo il Molino Stucky Hilton di Venezia diventa la capitale del gusto, con un appuntamento ideato dal giornalista Marcellomolino.jpg Coronini dal titolo Gusto in scena, suddiviso in tre momenti che partono dall’importante congresso gastronomico Chef in Concerto in cui i cuochi ospiti diventano relatori e testimoni diretti dell’autenticità della cucina italiana, grazie alla vasta ricchezza di materie prime e all’estro nel saper dare interpretazioni infinite a questo patrimonio di gusto; segue i Magnifici Vini che presenta una vetrina mirabile di 100 cantine di Italia, Austria e Slovenia divise geograficamente in mare, montagna, pianura e collina; in Seduzioni di Gola infine si confrontano i produttori di sfiziosità provenienti da ogni dove d’Italia. Si è creata una perfetta sinergia tra Gusto in Scena e Slow Food, derivata da una visione comune sull'importanza del prodotto legato a un determinato territorio che ha portato all'idea di proporre nella manifestazione tre presìdi facendo studiare e presentare al congresso da altrettanti chef stellati Michelin un piatto realizzato con il presidio stesso. On stage ci sono il pomodoro del Piennolo del Vesuvio affidato alle cure di Alfonso Caputo, Luisa Valazza per la Robiola di Roccaverano e Corrado Fasolato per la Gallina Padovana. Al maestro Gualtiero Marchesi spetta il compito di aprire i lavori, aiutando i partecipanti a riflettere sull’importanza della ‘semplice qualità’. Scusate se è poco!

 

(A cura di Fabio Marzari)