VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CINEMA arrow Archivio
Spiacenti, il film selezionato è irreperibile. Fondazione Cini proietta un introvabile Wenders
di Elena Furlanetto   
palermoshooting.jpgSarebbe un peccato perdere l'ultimo, strano psicodramma del regista tedesco Wim Wenders (Il Cielo Sopra Berlino, Non Bussare alla mia Porta). Palermo Shooting (2008) è improbabile e curioso, confezionato per spettatori dai gusti insoliti, apparso al festival di Cannes e, fugacemente, in qualche sala stranita per un solo week-end. Ora ufficialmente irreperibile. Palermo Shooting combina Germania del nord e Italia del sud in un insolito contrasto di colori e atmosfere. Nonostante le sparatorie mafiose rimangano per stavolta in disparte, quella parola nel titolo, “shooting”, evoca allo stesso tempo lo scatto fotografico e un colpo d'arma da fuoco.

 

Finn è un fotografo di successo con sede a Düsseldorf, la “Parigi tedesca”, che ad un certo punto decide di piantare la vita bohemienne e spostarsi a Palermo. Qui si innamorerà di Flavia (Giovanna Mezzogiorno, tutta solennità e sguardi azzurri) e dovrà sottrarsi ai propositi di un misterioso killer venuto a reclamare vendetta. Il volto di Finn è Campino, leader del gruppo rock tedesco Die Toten Hosen; tra gli altri interpreti del film figurano Lou Reed e Milla Jovovich nei panni di loro stessi, e Dennis Hopper nei panni della Morte. A maggio, la rassegna di Palazzo Cini sugli «Immortali Irreperibili» si propone di salvare dall'oblio quest'opera pop in salsa bergmaniana.

«I Fuoricampo ovvero gli Immortali Irreperibili»
8 maggio Palazzo Cini a San Vio
Info www.cini.it

 

 

:agenda cinema