VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Archivio
Nuovi epicentri sociali. Bangkok reinventa gli spazi pubblici d’incontro
di Andrea Esposito   
thailandia.jpgDove e in che modo ci incontreremo? Come reagire al tema del People meet? Otto proposte di progettazione, una serie di modi possibili di abitare angoli nascosti di una metropoli, come Bangkok, così dinamica eppure così compressa, una città in cui le aree verdi per abitante sono di appena 3 metri quadri (cinque volte in meno degli standard) al centro di una riflessione sulla trasformazione degli spazi pubblici in luoghi d’incontro, di socialità, di intrattenimento. Ma anche in luoghi per il tempo della vita quotidiana. Le otto proposte selezionate che costituiscono la partecipazione della Tailandia alla Biennale Architettura spaziano dalla trasformazione in spazi di raccolta sociale di luoghi nascosti o sconosciuti della metropoli a invenzioni radicali per ridisegnare gli scenari urbani.

Foreste di tubi che generano campi magnetici e tagliano i segnali elettronici obbligando ad un’interazione face-to-face; grosse sfere gonfiate e poi sgonfiate in piazze pubbliche per attirare i passanti che, una volta accorsi, si ritrovano costretti in un medesimo punto; grosse coperte poste come tetti che reagiscono ai differenti volumi interni; pannelli frammentati che spingono all’interazione corporea: spingere-tirare, sedere-stare in piedi, scorrere-bloccare…

«Thailand Meet & Greet»
Arsenale, Artiglierie
Info www.labiennale.org