VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Archivio
Spazi di contaminazione. Ambient, dove l'Architettura si fa ad Arte
di Redazione   

Ambient, Art and Architecture, ideata e curata da Laura Villani è un evento Expo Venice, nella suggestiva Tesa 90 dell’Arsenale, che pone l'attenzione, attraverso le opere di artisti, designer e architetti, sull’integrazione nell’architettura della scultura, vista come elemento di valorizzazione e identità, strumento progettuale essenziale di definizione e caratterizzazione dello spazio, elemento di completamento in ambito architettonico e urbano.

 

Ogni artista invitato ha creato un proprio spazio-installazione site-specific: Roberto Fallani con Opus Zen, realizza un trono che domina ingrandimenti fotografici di sculture tecno-archeologiche, diventate cavernosi habitat mistici. L’Archeologia Immaginaria di Paola Crema, è un gioco concettuale che disvela sculture come pezzi di eternità. Le sue opere, che reinterpretano il gusto rinascimentale, appaiono come reperti riemersi da un continente perduto, in realtà ricreato in un set.

 

Nell’installazione di MV Art in Design, Nel segno del design, della luce e dell’amore, gli artisti Angelo Morucci e Mario Venturini guidano lo spettatore in un microcosmo ovattato e multisensoriale con al centro Cosmo la scultura inserita nel deserto di Dubai, dove svetta in lontananza la celebre Vela di Tom Wright.

 

Favero&Milan, società di ingegneria con oltre 900 progetti realizzati, presenta il Padiglione B2 (con una nuova pelle di piastrelle in cotto) e il Padiglione B3-2 (rivestito da una membrana con aperture di differenti dimensioni) realizzati per l'Expo di Shanghai. All’interno trovano posto le sculture in bronzo dell’artista veneziano Gianmaria Potenza, che combinano forme possenti a superfici vibranti di un alfabeto perduto, dando luogo a una serie di rimandi con le immagini degli edifici di Shanghai nelle quali sono collocate.

 

Giampiero Pagnini, con Aperitivo stenopeico, un’immagine triplice, bidimensionale e distorta, che prevede il coinvolgimento degli spazi urbani, e Patrizio Travagli con Warped passages, un’installazione pensata per una piazza, si presentano con Studio C.Urbino impegnato sulla valenza dell'arte integrata con l'architettura.

 

Come strumento progettuale dello spazio architettonico, la collezione Pareti d’Autore, ideata da Laura Villani con alcuni dei più prestigiosi esponenti del panorama artistico internazionale e realizzata da DesignTaleStudio, combina arte, design e architettura in pareti che sono oggetti scultorei, quinte di arredo, elementi architettonici e superfici firmate. Della collezione ad Ambient le Pareti d’Autore sono firmate da quattro maestri del design e dell’architettura: Mario Bellini, Michele De Lucchi, Alessandro Mendini e Karim Rashid.

 

«Ambient. Art and Architecture»
Tesa 90 alle Nappe dell’Arsenale
Info
www.mvartindesign.com