VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Archivio
ULTIMI GIORNI | Bourgeois e Vedova, destini incrociati
di Chiara Casarin   

vedova.jpgPressoché coetanei. Simili nella loro spregiudicata attitudine al furore creativo, alla resa plastica del mondo interiore, alla necessità di rendere tangibili quei segni di uno spirito inquieto che pochi artisti del Novecento hanno potuto e saputo trasmettere al mondo. Uniti in una mostra che giunge a pochi giorni dalla scomparsa di lei, quasi centenaria e a circa quattro anni da quella di lui.

 

Louise Bourgeois non amava partecipare alle inaugurazioni delle sue mostre e probabilmente non sarebbe venuta nemmeno questa volta. Come Emilio Vedova, anche lei aveva fatto del suo laboratorio il microcosmo in cui il mondo si generava, le cose si trasformavano, prendevano pieghe (anche nel vero senso della parola) che avrebbero lasciato un segno. Non era importante uscire da quelle mura, protettive come madri, anguste come malattie, fertili come aracnidi.

 

E oggi non è necessario cercare una ragione diversa per l'accoppiamento in mostra di questi due amanti della dialettica spaziale. È sufficiente lasciar scorrere sotto gli occhi le loro vite, le loro storie, il loro modo di esprimersi nella monumentalità e nel dettaglio, nell'assemblaggio, nel collage, nel recupero di stoffe e reti, momenti di un passato, visioni del loro presente. Le loro opere si sono incontrate in laguna. E non è stato troppo tardi.

 

«Louis Bourgeois ed Emilio Vedova»
Fino al 19 settembre Fondazione Emilio e Annabianca
Vedova - Info
www.fondazionevedova.org