VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Archivio
Al Fortuny è già primavera. Ventura, Penso e di Camerino
di Sara Bossi   

lautomafortuny.jpgIl luogo evoca il “fare inesauribile” di chi lo ha abitato a cavallo tra Ottocento e Novecento, ne tramanda l’eclettico lavoro, la sete di sperimentazione e di innovazione. Sono gli ambienti di Palazzo Fortuny, plasmati dalla personalità di Mariano Fortuny, tra i protagonisti della scena intellettuale e artistica del suo tempo.

 

Seguendo una formula di successo ormai collaudata da tempo, per l’imminente primavera gli spazi vengono occupati da due artisti contemporanei, chiamati a confrontarsi con questo ‘mondo’ e capaci di dare origine a nuovi percorsi, esperimenti, laboratori.

 

Al piano-terra, in collaborazione con Bugno Art Gallery, L’Automa di Paolo Ventura, fotografo che vive e lavora a New York, dà voce a personaggi ed eventi quotidiani del Ghetto di Venezia durante la Seconda Guerra Mondiale. Una ventina di fotografie tracciano un inedito racconto visivo in un ambiguo dialogo tra reale e fittizio.

 

Circuito Genetico di Michelangelo Penso, al secondo piano, prosegue nell’indagine dell’universo scientifico come fonte di ispirazione per il proprio lavoro, tema tanto caro anche a Mariano Fortuny. Esposte una serie di opere realizzate dall’artista veneziano tra il 2009 e il 2010, tra cui Black genetic structures, che prende spunto dai circuiti genetici, ma anche disegni di forme biologiche realizzati su lastre d’alluminio, alternati a nuove sculture della serie Orbite.

 

Il primo piano nobile ospita gli abiti, ma soprattutto di accessori, attraverso i quali la grande stilista veneziana Giuliana Coen, in arte Roberta di Camerino, si è distinta per avere operato, negli anni ’50, una vera e propria rivoluzione: la celebre “rivoluzione del colore”.

 

«Primavera a Palazzo Fortuny»
Dal 4 marzo all’8 maggio Palazzo Fortuny
Info
www.museiciviciveneziani.it