VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow NIGHTLIFE arrow Archivio
: CLUB'n'ROLL d'aprile
di A cura di Chiara Sciascia e Davide Carbone   

VENEZIA

club947.jpg

 

947 CLUB_Aprite bene orecchie e bocca. I suoni si mescolano rincorrendosi e incontrandosi nella vostra testa, mentre le papille gustative riconoscono sapori tipici della cucina mediterranea. Ora spalancate pure gli occhi. Siete al 947 Club e vi state godendo un concerto dal vivo del Naguàl Jazz Trio, mentre ricette originali e gustose vi rendono la cosa, se possibile, ancora più piacevole. Quando si dice nutrire corpo e spirito! Info www.947club.com

 

OSTERIA ALLA POPPA_Nei pressi di Campo San Giacomo, che  dopo il Carnevale si è consacrato cuore della nightlife veneziana, l’Osteria alla Poppa si sta imponendo come tappa obbligata della movida lagunare. Immersi nell’atmosfera intima e accogliente di un salotto conviviale, ogni mercoledì verso le 19.30 si può godere dell’ottima musica dei live concert che spaziano tra jazz, balkan, lounge e funky. Info Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

SKYLINE ROOFTOP BAR_
L’happy hour più cool sulla terrazza più in di Venezia è ormai un saturday must e propone un nuovissimo cocktail del mese: Laguna. Il colore verde brillante è ottenuto dal mix di una fresca purea di kiwi e Midori, un liquore al melone, il tutto innaffiato da un buon prosecco di Valdobbiadene. Un delizioso nettare perfetto da sorseggiare ammirando proprio la Laguna al calar del sole. Info www.molinostukyhilton.com

 

MARGHERA

AL VAPORE_Tanto per cominciare, una festa: quella di Radio Base Popolare il primo del mese, non è una burla ma un’occasione per celebrare il network radiofonico prima di accogliere Francesco Cafiso e il suo Island Blue Quartet il giorno successivo. L’enfant prodige del jazz italiano porta a Marghera l’entusiasmo dei suoi 22 anni, più della metà dei quali passati tra jam sessions e standards. L’8 è il turno degli Arkhemis, mentre la serata del 9 è di quelle da non perdere con la Bossa Nova in salsa jazz di Patrizia Laquidara. Info www.alvapore.it

lucaagnelli.jpgMOLOCINQUE_Dalla Toscana, con passione. Non poteva che approdare in Via dell’Elettricità un concentrato d’energia come Luca Agnelli. Dj, remixer e producer mette in scena il proprio talento il 2 aprile con uno dei suoi imperdibili Live Deejay Concert, esplosioni di adrenalina in cui il nostro si destreggia tra piatti e mixer in un viaggio verso mete imprevedibili, seguendo una stella polare fatta di house e techno, aggiungendo un personale tocco di batteria elettronica. Tecnologia al servizio della creatività. Info www.molocinque.it

POP CORN CLUB_
Il 2 aprile Club NME Venice presenta i New Young Pony Club, una indie band inglese dalle sonorità che spaziano dal post-punk al new wave sperimentando la fusione tra dance e pop per ottenere un sound che si possa sia ballare che cantare. Il 9 ritorna, finalmente, Get Up! vol. 2, il dj-set che porta in città i migliori pezzi disco-funk della storia, tutto rigorosamente su vinile. Il 23 imperdibile il live degli Ex Otago, il gruppo genovese indie pop apprezzatissimo anche ben oltre il confine. Info www.popcornclub.it

MESTRE

anticoiguanti.jpgCIPRE LAB_Si conclude, dopo aver riscosso un notevole successo, l’iniziativa-preludio al Cipre Summer Fest ospitata all’Auditorium Lippiello. Il 2 aprile serata decisamente incontrollabile con il post-hardcore (ovviamente in divisa) dei Controllo Elettronico Della Velocità e lo psychobilly dei Green Moon Sparks. Chiude in bellezza il 9 la reggae night dei mitici Anti Coi Guanti & My Jah Band. Ingresso assolutamente gratuito e birra, spritz e panini a 1 euro. Ti ‘fiondi’ subito o aspetti? Info www.myspace.com/ciprelab

PADOVA


UNWOUND_Un aprile psichedelico quello del circolo ARCI padovano. Ecco gli statunitensi Arboretum il primo del mese, seguiti il 9 dai nostrani Calibro 35 e il loro funk beat all’italiana. Il 22 i Dead Meadow portano in Italia la loro neo-psychedelia direttamente da Washinghton D.C., seguiti dagli Earth una settimana dopo. Adrienne Davies, Dylan Carlson, Lori Goldston e Karl Blau chiudono il palinsesto di un mese tutto da ascoltare. Info www.unwound.it

 

 

VICENZA

PANIC JAZZ CLUB_
Il 6 aprile le luci soffuse del piccolo tempio del jazz, affacciato sulla Piazza degli Scacchi di Marostica, svelano le graffianti note della tromba di Enrico Rava e il suo mood che guarda a Miles Davis e Chet Baker. Il 13 è la chitarra dell’israeliano Gilad Hekselman a prenderti per mano e trascinarti a forza nel locale, mentre Bob Sheppard, uno dei sassofonisti più richiesti del panorama jazzistico internazionale, è di scena il 20. Tre occasioni da non perdere. Info www.panicjazzclub.com

clanofxymox.jpgSABOTAGE_Metal, a palate. Vicenza diventa il regno dei distorsori, dell’amplificazione e delle ‘schitarrate’ poderose a partire da venerdì 1, con l’unica data italiana dei Sons of Otis, profeti canadesi del doom e stoner metal. L’8 i Place of Skulls con i The Gates of Slumber portano un po’ di doom d’oltreoceano in Via dell’Industria. Il 16 parentesi garage rock con i The Sade e chiusura che sa di thrash e caro vecchio heavy il 30 con gli Skanners e i Chrono Shadows. Info www.myspace.com/sabotagebar

T GALLERY_Dall’Olanda, con gotico furore. All’ex Totem approda una pietra miliare del genere electro-goth: i Clan of Xymox capitanati da Ronny Moorings. Punto d’incontro tra new e dark wave, la band ha attraversato indenne tutti i cambi generazionali degli appassionati per arrivare al 2011 più viva e tosta che mai. Il 24 aprile un appuntamento con la storia della musica da non perdere. Gradito l’abito… nero! Info +39 3394155624

PORDENONE

cristinadona.jpgDEPOSITO GIORDANI_Tre appuntamenti per tre variazioni sul tema musica. I Rumatera (9) sono sinonimo di rock dialettale che se ne infischia allegramente delle mode del momento in nome di un’originalità che li vede premiati da orde di pubblico a ogni concerto. Una settimana dopo sotto i riflettori c’è un incontro diplomatico in nome della musica: i tedeschi The Lost Rivers e il loro shoegaze psichedelico aprono la serata che prosegue con i Ceremony, esponenti a stelle e strisce del genere di cui sopra, con una spruzzatina di dreampop. Chiude il mese Cristina Donà, rockeuse che di presentazioni non ha proprio bisogno. Info www.depositogiordani.it

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(A cura di Chiara Sciascia e Davide Carbone)