VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow NIGHTLIFE arrow Archivio
Black rock storm
di F. D. S.   

blackmountain.jpgTra la ricchissima programmazione di aprile del New Age di Roncade si possono individuare due momenti di alto livello che definiscono due modi diversi ma non opposti di interpretare il rock e la sua dimensione storica: il rock come eterno ritorno, rappresentato dal concerto dei Black Mountain, il 6 aprile, e il rock come sogno pop rappresentato dal concerto dei Blackfield il 21. Giunti al loro terzo lavoro discografico, Wilderness heart (2010), i Black Mountain, canadesi di Vancouver, rappresentano una fortissima testimonianza dell’ultimo decennio sulla persistenza e sulla disseminazione di un rock mutuato in modo scientifico da quello degli anni Settanta: l’hard rock dei Black Sabbath, dei Deep Purple e degli Zeppelin che va a braccetto con quello psichedelico versione East Coast (Jefferson, ad esempio), con spruzzatina finale di un po’ di folk lisergico.
Siamo esattamente all’interno di una matrice di derivazione di approcci e di ‘sentire comune’ propri del rock di 40 anni fa e, al contrario, non direi che ci troviamo nel bel mezzo di una mera e banale ricopiatura scolastica e stantia.

 

Tuttavia, tutto – dico proprio tutto - quello che esce dai solchi dei dischi dei Black Mountain è comunque un déjà vu, un’esperienza d’ascolto che, accanto alla piacevolezza oggettiva dei brani, non può non costringerti a fare i conti con il passato e si lega immediatamente a una fortissima pressione dei ricordi che orientano il pensiero verso una domanda: «Ma dove l’ho ascoltato prima? Ma chi mi ricordano?». E, spulciando tra le fonti del web e delle riviste di settore, emerge, quasi sempre, un identico dubbio di fondo, che ci fa chiedere se realmente una musica che si ispira alle fonti sonore di circa 40 anni fa possa davvero dare vita al disco migliore dell’anno o comunque a qualcosa di indimenticabile.

Su fronti che a prima vista sembrerebbero quasi opposti si situano invece i Blackfield, un duo nato nel 2004 e frutto della collaborazione di Steve Wilson, chitarrista dei Porcupine Tree, con un polistrumentista israeliano, Aviv Geffen, anche loro arrivati al terzo album, Welcome to my DNA (2011).

 

blackfield.jpgL’obiettivo dei Blackfield è realizzare un grande album pop, inanellando canzoni dal sottofondo generalmente melanconico e nostalgico, caratterizzate, come ci tiene a dire Aviv, autore della maggior parte dei pezzi, dallo schema strofa-ritornello-strofa-ritornello.
Sul piano del materiale sonoro siamo quindi a notevole distanza, ad esempio, dai riff infuocati dei Black Mountain ma in realtà anche qui emerge, in modo molto sensibile, la dimensione della deriva ispirativa, stavolta non più indirizzata all’heavy, ma al rock influenzato da grandi pittori sonori quali David Sylvian e Peter Gabriel, per arrivare alle complesse architetture sonore dei King Crimson; siamo cioè in balia di un influsso dichiaratamente progressive, quello che ha da sempre permeato la musica dei Porcupine Tree e del suo chitarrista, declinato con accenti pop song e acustici, frutto dell’ispirazione di Aviv Geffen. Ecco allora che forse possiamo trarre la lezione storica che questi due gruppi ci offrono: gli anni Settanta continuano a essere un patrimonio storico ancora operativo, un database di formidabile seduzione per i giovani musicisti di oggi, una miniera inesauribile di ispirazione.

Black Mountain 6 aprile
Blackfield 21 aprile
New Age Club-Roncade (Tv) - Info www.newageclub.it

 
    16|06|2017
  • FLO - IL MESE DEL ROSARIO
    T Fondaco dei Tedeschi h. 18.30
    "#viaggianote"
    jazz

  • 20|06|2017
  • BILLY COBHAM
    Teratro Romano - Verona h. 21
    "Verona Jazz Festival"
    jazz

  • 12|07|2017
  • THE LUMINEERS
    Castello Scaligero - Villafranca (Vr) h. 21
    "Villafranca Festival"
    pop rock

  • 14|07|2017
  • ROBBIE WILLIAMS
    Stadio Bentegodi - Verona h. 21
    pop

  • 26|07|2017
  • MARILYN MANSON
    Castello Scaligero - Villafranca (Vr) h. 21
    "Villafranca Festival"
    metal