VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA arrow Archivio
Funky gallo. Il re dell'italian blues alza la cresta in Arena
di Eddy Stefani   

zucchero.jpgIn chiusura del Blue Sugar World Tour del 1999, Zucchero lasciava il palco appoggiando il suo cappello sull'asta del microfono e salutando la folla con «Dove poso il mio cappello, quella è casa mia». Poi è partito per un musical journey che lo ha condotto ai quattro angoli del mondo con la sua valigia piena di sogni da condividere con un pubblico sempre più attento ed esigente. Ma, si sa, dai viaggi si torna; certo, arricchiti, ma si deve tornare. Quella valigia, simbolo di ricordi e contenitore di una vita per e con la musica, ha scelto il Veneto come fulcro di questo peregrinare.

 

Zucchero ha individuato Jesolo come ‘data zero’ per le prove generali del nuovo tour mondiale, oltre a ben cinque date nella magica cornice dell’Arena di Verona il 2, 3, 4, 6 e 7 giugno. I tecnici dello staff, gigantesche chiavi alla mano, aprono davanti agli spettatori l’altrettanto immensa valigia-palco e con essa lo show: Fornaciari (che per anni ha inseguito Zucchero… ) finalmente ha scavato nelle proprie radici ritrovando l’Adelmo perduto, quello più puro e senza sovrastrutture. Pacificamente seduto su una sorta di trono apre le danze e ci conduce, anche grazie alla maestosa scenografia, nella piazza di un paese rurale che potrebbe essere il Brescello di don Camillo e Peppone.

 

Su questo stage propone, fornaciari.jpgper intero e nello stesso ordine, tutte le canzoni del suo ultimo lavoro, Chocabeck, un concept album che richiama la vita contadina, sobria, dura e schietta di una qualsiasi domenica di un passato che non ritornerà mai più. Più badili e meno divi: scendono le campane, grappoli d’uva e farfalle in 3D e con esse ci perdiamo nei «ricordi di seghe, fossi e rane… ». La sua è una voce rocciosa, a tratti elegante e Adelmo, ora sindaco del paesello, ora oste, ora curato, serpeggia come un predicatore ieratico d’antan fra blues, funky e ballate.

 

I motori si scaldano e noi, da bravi ‘parrocchiani della musica’, siamo pronti a ballare per tutta la seconda parte del concerto con le sue hit ‘strappamutande’, quelle goliardiche e sensuali. La valigia viene chiusa nuovamente e anche noi si torna alla nostra quotidianità, meno soli forse, un po’ più vivi nell’estate che avanza. Nella pienezza di uno show indimenticabile ce ne andiamo voltando le spalle al palcoscenico, notando però come il cappello sia rimasto dove lui lo aveva lasciato tempo fa. In Veneto, a casa nostra.

Zucchero
2, 3, 4, 6, 7 giugno Arena di Verona
Info www.eventiverona.it