VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow VENICENESS arrow Archivio
Musei caffè
di Fabio Marzari   

cafguggenheim.jpgIn una città-museo diffusa, tra le necessità dei suoi moltissimi visitatori vi è quella di poter soddisfare un’esigenza primaria che è la fame, non solo di sapere, ma anche e ahimè, talvolta soprattutto di cibo. La ristorazione museale è divenuta, sul modello dell’esperienza straniera, un capitolo importante e non trascurabile per valutare complessivamente l’offerta proposta.

 

In un percorso tra novità e conferme vi sono delle gradite new entries, come i light lunch di Irina alla Punta della Dogana, Dogana Café (tel. 041-2960819), con piatti di eccellenza, studiati con il "gastronauta" Davide Paolini; tra tutti va segnalato un prosciutto cotto che è parente prossimo del sublime, quindi anche un toast diviene un’esperienza sensibile. Stessa filosofia di gestione, cambia solo la prospettiva visuale sul Canal Grande, per il Palazzo Grassi Café (tel. 041-2401337), molto più di un semplice bar da museo.

 

A Palazzo Grimani vi è una nuova caffetteria al pian terreno, molto minimal chic, di grande qualità, aperta con gli orari del Palazzo, in cui trionfa la cucina toscana, con delle chicche difficili da trovare in zona. La loro pappa al pomodoro è strepitosa, al pari delle magnifiche sale del Palazzo. Nella vicina Fondazione Querini Stampalia, sempre in zona Santa Maria Formosa, c’è la caffetteria-ristorante Qcoffee (tel. 041-2711411), inserita nel Giardino di Carlo Scarpa, il cui appeal è davvero notevole, sia in termini estetici che gastronomici. Il Museum Cafè alla Peggy Guggenheim Collection (tel. 041-5228688) è uno dei luoghi più intriganti di Venezia; gustare un loro ottimo filetto di carne, con lo sguardo benevolo di Peggy, ritratta nelle bellissime fotografie alle pareti, a ‘benedire’ le scelte del menu è un’esperienza da fare e rifare…