VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Archivio
Incontri ravvicinati. L’arte contemporanea a portata di tutti
di Chiara Casarin   
pgrassi.jpgL’arte contemporanea, ormai l’han detto tutti, non è democratica. Fior di saggi e di pubblicazioni a vario titolo sottolineano la non comprensibilità delle opere che buona parte dell’attività artistica contemporanea ci offre. Direttori di musei e critici reazionari sottolineano nei loro pamphlet d’oltralpe l’elitarismo di alcune scelte curatoriali o l’ermetismo di alcune produzioni. Parrebbe che solo un circolo riservato, particolarmente dotato, abbia il privilegio di poter accedere ai contenuti, ai significati delle installazioni o dei video che animano le esposizioni più importanti. A tentare una via di fuga da queste nebbie interpretative e a promuovere verso tutti la conoscenza delle ragioni del contemporaneo, i pomeriggi di «L’opera parla» mantengono la loro fitta e interessantissima programmazione. Per il mese di novembre gli incontri si tengono sempre a Palazzo Grassi, sempre di mercoledì alle 17 e sempre incorniciati dal monumentale e colorato Contaminations di Joana Vasconcelos. Il primo incontro del mese è il 2 con una relazione di Gianfranco Quaresimin, docente di Tecniche dell’Incisione e Storia della Grafica d’Arte all’Accademia di Belle Arti di Venezia.

 

Qui si affronta L’erotismo, la morte, la paura. Una diagnostica: Marlene Dumas, che, a partire dalle due tele presenti in mostra, ci riconduce al tema della morte caro all’artista sudafricana. La settimana successiva, mercoledì 9, Antonio Somaini, docente di Teoria del Montaggio dell’Università IUAV di Venezia ci introduce alle tecniche cinematografiche con Cinématisme. Il montaggio prima del cinema.

adrianghenie.jpg 

A inaugurare il primo incontro mensile con gli artisti troviamo Adrian Ghenie. Il giovane pittore romeno è ospite di Palazzo Grassi il giorno 16 alle ore 18 in dialogo con Francesco Manacorda, direttore di Artissima di Torino. Mercoledì 23 con Il bestiario dell’arte ritornano gli incontri con i docenti delle università veneziane e in questo caso il relatore è Xavier Barral-Altet, docente di Storia dell’Arte Medievale all’Università Ca’ Foscari di Venezia.

 

A chiudere il ciclo novembrino di appuntamenti, Saverio Simi de Burgis, docente di Storia dell’Arte Contemporanea e di Storia e Metodologia della Critica d’Arte, presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia ci presenta gli arazzi eseguiti con materiali di recupero, le tessiture metalliche colorate appartenenti alla collezione Pinault, con una lezione intitolata El Anatsui: per una concezione alternativa del contemporaneo. Ecco dunque una lettura del contemporaneo aperta a tutti, un programma che fornisce alcuni strumenti utili alla comprensione e all’apprezzamento di ciò che a volte può sembrare troppo lontano.

 

«L’Opera Parla»
2, 9, 16, 23, 30 novembre Palazzo Grassi
Info www.palazzograssi.it