VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CINEMA arrow Archivio
The Terrence of Life. La sottile luce dorata di Malick
di Sara Sagrati   
malick.jpgOrganizzare la retrospettiva su un regista è un lavoraccio; selezionarne le opere più rappresentative mette il curatore di fronte all’obbligo di pescare una manciata di titoli dal mare dei suoi film. Per rendersi le cose più facili, meglio avvicinare autori dalla carriera poco prolifica, stando però attenti alla scelta, perché realizzare una rotta tra i 5 film in 38 anni di Terrence Malick non è certo uno scherzo. La selezione è presto fatta - magari aggiungendo un documentario sul suo cinema -, l’ordine è ovviamente quello cronologico, ma poi bisogna fornire le corrette coordinate per non naufragare nei suoi seducenti percorsi cinematografici.

All’ardua prova si cimenta lo studioso Andrea Zennaro che racconta ‘la luce dorata’ di Malick, contaminata da filosofia, teologia, antropologia e storia. Una bussola in perfetto equilibrio tra grazia e ragione, partendo dalla sua America (La rabbia giovane) per raccontarne la fondazione (The New World - Il nuovo mondo), le contraddizioni (I giorni del cielo), le crisi (La sottile linea rossa) fino a fondere e rifondare ogni suo tema tra l’infinitamente grande e l’infinitamente piccolo che fa germogliare la vita. Anzi, l’Albero della vita.


«A Cinema apart: Terrence Malick»
3, 8, 10, 15, 17 novembre La Casa del Cinema-Videoteca Pasinetti
Info tel. 041-5241320