VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CINEMA arrow Archivio
Bonjour, M. Szeemann! L’omaggio (video) di ISR al grande curatore e critico svizzero
di Elena Furlanetto   

szeemann.jpgL’Istituto Svizzero di Venezia celebra Harald Szeemann, grande artista e curatore nato a Berna e approdato alla Biennale di Venezia per due volte (onore riservato a pochi) come curatore. Un personaggio poliedrico e sfuggente, che inventa il ruolo del ‘curatore indipendente’ e tuttavia lavora per grandi organizzazioni come la Kunsthalle di Zurigo e la Biennale di Venezia; un pioniere, un eroe, un inventore e un eterno anarchico del mestiere. A dieci anni dalla sua ultima Biennale, un articolato convegno lo osserva da diverse angolazioni, tra cui quella cinematografica.

 

«Harald Szeemann in Context_Screenings» è una rassegna di documentari che raccontano l’artista e il suo lavoro. Oltre la volontà comune di ricostruire la personalità e i lavori di Szeemann, i documentari differiscono per impostazione e intenti.

 

Dopo l’appuntamento di ottobre (Au Revoir, M. Szeemann, nel quale Marlène Beilos lo saluta con devozione ripercorrendo le tappe più significative della sua vita) Meili e Müller, in Verzauberung auf Zeit, ricordano le Otto tesi: otto risposte dello stesso Szeemann ad altrettante ‘obiezioni’ sul suo lavoro. Das Weite suchen - Harald Szeemann und die Kunst der Ausstellung di David Wittenberg è dedicato invece ai suoi ultimi lavori, come l’incantevole The Beauty of Failure - The Failure of Beauty, del 2004, mostra dedicata alle grandi utopie sociali dal diciannovesimo secolo agli anni Sessanta, fino alla sfiducia contemporanea verso l’utopia.

 

«Harald Szeemann in Context_Screenings»
8, 22 novembre ISR-sede di Venezia
Info
www.istitutosvizzero.it

 

:agenda cinema