VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA arrow Archivio
Bianco-nero made in USA. Kravitz a Treviso con il suo Europe Tour
di Alessandra Frontini   
kravitz3.jpgLo so, lo aspettavate con trepidazione. Oh, per carità, mica vi si dà torto, però su, ammettiamolo: è un po’ imbolsito, non trovate? D’accordo, nonostante la nostalgia per lo zigomo sporgente e la gota incavata, è impossibile fingere che Lenny Kravitz non sia un triplo concentrato di fascino

Un gigantesco tubetto di talento e charme che se ne va a zonzo, dal 15 del mese scorso, portando ovunque il verbo di Black and White America, con i potenti mezzi a disposizione per l’omonimo Europe Tour. Registrato tra Parigi e le Bahamas, l’album - il nono, in studio - propone sedici brani che, a detta dello stesso artista, fanno sì che egli si senta «in perfetto equilibrio tra ciò che sono stato, ciò che sono e ciò che sarò». Come direbbero a Roma, “mica cotica”, insomma! Non mancano melodie accattivanti e schitarrate sgarzoline, naturalmente, ché ormai più che elementi stilistici, appaiono come ulteriori, imprevisti tratti somatici di Kravitz (o magari nuovi scintillanti piercing, chissà!). Ha fatto tutto lui: il disco lo ha cantato, suonato, registrato e prodotto, come neppure un frulla-sminuzza-e-affetta da combattimento. 
 
kravitz1.jpgIl live ha già mandato in visibilio gli infiniti-mila fans sparsi per il vecchio continente, ma gli appuntamenti italiani sono solamente due: domenica 20 al Palaverde di Treviso e il 21 a Milano. Visto che qui si giace in terra veneta, dunque, possiamo dirci fortunelli e sperare di scrostare dalle tasche del solito bagarino di fiducia l’ultimo biglietto utile (e cominciate a immaginare, se permettete il consiglio, quante volte sia possibile moltiplicare i quarantacinque euro del modello-base). Se lo spacciatore di ticket, malauguratamente, fosse a casa con l’influenza (si accettano scommesse, dopo mucche, polli e suini, sull’animale affibbiato al virus di quest’anno), non disperate. 

Pare che il buon Lenny, apparso due anni or sono nel pluri-premiato Precious di Lee Daniels, mostrerà il faccino (quello di Cinna, per la precisione) anche nell’adattamento cinematografico di The Hunger Games, romanzo-culto della Collins. Vi saltasse il live, più cinicamente di qualsiasi mosca al naso, fate spallucce e andate al cinema, a gustarvi l’incanto meticcio del tatuatissimo idolo!
 
Se, invece, vi ritroverete miracolosamente tra le prime file a torturare le corde vocali, mi raccomando, occhio a quello che bevete: gira voce che si sprechino fiumi di Liquid Jesus... 

Lenny Kravitz
20 novembre Palaverde-Villorba (Tv)
Info tel. 0431-510393