VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA arrow Archivio
La strana coppia. Cornell e Paoli, il giugno veronese è acustico
di Davide Carbone   


chriscornell.jpg

Quella in programma il 28 e 29 del mese nella splendida cornice offerta dal Teatro Romano di Verona si configura come una due giorni votata alla celebrazione della dimensione più intima dell’espressione musicale. Un’immersione in atmosfere acustiche che promettono di riconciliare il pubblico con la genuinità più autentica che un artista possa offrire: un ascolto senza ‘interferenze’, al massimo delle potenzialità. Due concerti destinati a rimanere ben impressi nella memoria, due protagonisti apparentemente lontani accomunati dalla volontà di dialogare vis-à-vis con il pubblico: Chris Cornell e Gino Paoli.

Voce di Soundgarden, Audioslave e Temple of the Dog, il 28 giugno Cornell porta a Verona il suo «Songbook Tour», pellegrinaggio live in territori reconditi e intimi, habitat naturale per la voce graffiante e cristallina dello storyteller di Seattle, totalmente a proprio agio in questa dimensione solo a prima vista inedita, accompagnata dalla sola chitarra acustica.

 

ginopaoli.jpg

Unanimemente considerato una delle migliori voci della storia della musica moderna, Cornell si mostra al pubblico in tutta la sua fragilità personale e artistica, unica nelle sue venature rabbiose e insieme suadenti che tante orecchie hanno stregato in una carriera lunga quasi trent’anni. Il giorno successivo cambia il genere musicale ma non il coinvolgimento emotivo, con un progetto capace di riunire cinque diverse personalità illustri della scena musicale nostrana.

 

Il teatro scaligero sarà infatti luogo d’incontro tra l’esperienza inossidabile di Gino Paoli e la straordinaria versatilità espressiva di Danilo Rea al pianoforte, Flavio Boltro alla tromba, Rosario Bonaccorso al contrabbasso e Roberto Gatto alla batteria. Un incontro in jazz riesce nel miracolo di mettere insieme vocazioni musicali diverse che si coniugano perfettamente, senza snaturarsi. Una jam session che per sua stessa natura porta a esiti imprevedibili e sulla cui eccezionalità, tuttavia, scommettiamo senza dubbio alcuno.

Chris Cornell 28 giugno
Gino Paoli 29 giugno
Teatro Romano-Verona
Info www.eventiverona.it