VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO arrow Archivio
Zero a chi? Si accendono i riflettori sulla poliedrica stagione del teatrino indipendente di Spinea
di C. S.   
orlando.jpgMancano pochi giorni all’apertura della stagione 2012/13 del Teatrino Zero, giovane spazio artistico indipendente, in località Crea a Spinea, nato per volontà del collettivo Teatroasincrono lo scorso anno con l’intenzione di creare un luogo in cui presentare e rappresentare differenti forme d’arte, dagli spettacoli teatrali ai concerti, dalle letture alle presentazioni di libri, ma anche mostre, installazioni e workshop. Vista la riuscitissima prima stagione, coronata da numeri più che soddisfacenti, la direzione del teatro ha deciso di mantenere la stessa linea programmatica anche per quest’anno proponendo una ricca rassegna estremamente variegata, sia per la tipologia di proposte culturali che per la diversa provenienza degli artisti, abbracciando l'intero territorio nazionale.

 

Primo appuntamento sabato 20 ottobre con il collettivo trentino Macelleria Ettore, da sempre impegnato nel teatro d’indagine che presenterà allo Zero Stanza di Orlando, una performance-viaggio nella testa di Virginia Wolf, che coniuga perfettamente installazione e drammaturgia, alla scoperta del proprio Io da ricercare nello specchio, nello sguardo dell’altro, nel suo fascino e nelle sue debolezze.

 

stoppelli.jpgLa seconda proposta della stagione appartiene a un universo musicale del tutto inaspettato, ma fin troppo logico in tempi di crisi, quando temi come il riciclo, la raccolta differenziata e la gestione dei rifiuti sono al centro dell’attenzione pubblica. I Jashgawronsky Brothers vengono fin dall’Armenia a rendere più liete queste pratiche quotidiane, un po’ noiose ma indispensabili al bene del pianeta, sorprendendo il pubblico con un vero e proprio concerto in cui gli strumenti musicali altro non sono che oggetti ricostruiti destinati al secchio della spazzatura. In Trash! (27 ottobre) i grandi successi pop vengono eseguiti con una chitarra ricavata da un water, le melodiche suonate con pompe da materassini, le colonne sonore con pupazzi di plastica, il punk con l’ukulele e via così in un trionfo di musica e risate.

 

Il 10 novembre sarà invece la splendida voce di Giovanna, cantante e compositrice tra le più importanti d’Europa, a riempire il Teatrino Zero con Una canzone tira l’altra. Tornando a parlare di teatro il 3 novembre il padovano Gianni Stoppelli porta in scena Anagramma via Artom un “monologo in parole e boxe” d’intensità straordinaria in cui l’attore trascina lo spettatore nel ventre del ghetto, nella violenza, nella paura, nell’abbandono di un quartiere e dei suoi abitanti, un abbandono sociale che nutre una rabbia dolorosa ed emarginata. Il mese di novembre si chiude con due titoli illustri, rivisitati in chiavi originalissime, il 17 novembre il Teatrino Giullare di Bologna porta sul palco dello Zero Finale di partita di Beckett, uno dei più significativi ed enigmatici della drammaturgia del ‘900; mentre in straordinaria doppia replica il 24 e 25 novembre tocca ad Ariosto, messo in scena e raccontato Enrico Messina.

 

teatrinogiullare.jpgIl capolavoro beckettiano trova una sua dimensione ideale nella partita a scacchi tra attori-giocatori che muovono le pedine-personaggi in una sinfonia di mosse e contromosse, botte e risposte, pause, riflessioni, sospiri, rinunce che ha già conquistato il Premio Nazionale della Critica e il Premio Speciale Ubu. Orlando furiosamente solo Orlando, invece, si priva totalmente di un qualsiasi ausilio scenografico, davanti al pubblico solo l’attore in maniche di camicia, una tromba e uno sgabello, la forza evocativa della parola fa riscoprire al pubblico il piacere della fabulazione, dello stare insieme ad ascoltare una storia, mentre, tra guizzi di folgorante umorismo e momenti di grande intensità, rincorriamo Orlando tra battaglie, amori, creature fantastiche, passioni e follie.

«Rassegna 2012/13»
20, 27 ottobre, 3, 17, 25, 25 novembre Teatrino Zero-Spinea (Ve)
Info www.teatrinozero.it