VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Archivio
Molto forte, incredibilmente vicino. Il Parco del Contemporaneo indaga l’arte glocal
di Livia Sartori di Borgoricco   

parcocontemporaneo.jpgÈ un luogo come il Forte Marghera, sintesi di terra e acqua, ad ospitare un’ampia esposizione che si propone di tracciare le linee artistiche e culturali che collegano due realtà anch’esse di terra e di mare: Venezia e Taiwan. La mostra è il quarto appuntamento in Veneto dell’ampio progetto Two Points che, a conferma della vocazione dell’intera rassegna - che già nel nome dichiara la precisa volontà di legare attraverso l’arte luoghi geograficamente lontani –, prende il titolo di Near East Far East.

Il vicino Nordest italiano e il lontano Oriente asiatico si incontrano in un percorso di opere di artisti taiwanesi composte da graffiti, pitture, video arte, installazioni, performance e calligrafie, in cui è l’arte a cercare la prossimità tra le cose. La relazione tra culture diverse, alla quale la mostra di Forte Marghera vuole dare spazio, non è una conseguenza inerte della globalizzazione, ma è anzi spinta propulsiva nei meccanismi di progettazione culturale.

 

In un mondo globalizzato a tal punto da non avere quasi più luoghi fisici di riferimento, ma solo un generico web che, giocoforza, nell’unire cancella le peculiarità, l’arte riflette sul tempo presente provando a ricostruire un hic et nunc che celebri la ritrovata vicinanza con le cose e restituisca il contatto con un luogo da vivere.

 

«Near East Far East»

Fino al 28 ottobre

Forte Marghera, Parco del Contemporaneo-Mestre
Info www.parcodelcontemporaneo.it