VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO arrow Archivio
Matti da (s)legare! La kermesse veneziana libera la follia dandole ‘corpo’
di C.S.   
mattilogo.jpgPer il quarto anno torna, dal 16 al 19 novembre, ad ‘invadere’ Venezia il Festival dei Matti che quest’anno si dedica al tema del “corpo”, cercando di infrangere l’eterna barriera che ha sempre costretto la follia a mero fatto della mente che non disturba perché non si può vedere, sentire, toccare. Il dolore mentale silenzioso è vittima di indifferenza, l’obiettivo del Festival di quest’anno è quindi riportare la follia a quella dimensione ‘corporea’ fatta di carne e di ossa che non può essere ignorata, che pretende e merita attenzione, perché il corpo è la dimora dell’uomo, è contemporaneamente “dentro” e “fuori”, è l’unico varco tra l’Io e il resto del mondo.

Una tre giorni di eventi eterogenei, tra cui mostre, laboratori, spettacoli e incontri con ospiti di pregio, animerà la città a partire da venerdì 16 novembre alle 10 con l’inaugurazione della mostra La Cervia Eustachea. Atelier dell’Errore, un progetto site-specific allestito per lo spazio della Chiesta di San Stae per affrontare la leggenda di Sant’Eustachio con un approccio video-grafico, che domenica 18 sarà al centro di una lezione magistrale tenuta dai piccoli professori della Libera Università dell’Atelier dell’Errore – provenienti dal reparto di Neuropsichiatria Infantile di Reggio Emilia – durante un incontro condotto da Cristiano Dorigo, interverrà anche Giovanni Lindo Ferretti.

 

giovanni-lindo-ferretti-tour.jpgLa seconda mostra, Bisogna avere la stoffa!, visitabile il giorno 16 (h. 18 – 20) e 17 novembre (h. 10 – 17) è un progetto dei maestri d’arte Clara Rota e Roberto Barghellini, realizzato dalle donne della cooperativa Blu Cammello di Livorno, che partendo dai disegni di Riccardo Sevieri hanno creato delle creature di stoffa, divenute veri e propri manufatti sentimentali.

Alla Fondazione di Venezia si terranno invece due laboratori pensati ad hoc per questa edizione del Festival: il primo, Anticorpi, condotto dall’artista Clara Rota, è rivolto a chiunque voglia cimentarsi nel riattivare i propri sensi, scrollandosi di dosso quel velo di indifferenza che ci avvolge, in un’esperienza di condivisione, per rimettersi in contatto con gli altri e con il mondo. Dedicato ai più giovani invece, sabato 17, ArtEducazione. Danza, Capoeira e Musica, il laboratorio di Progetto Axé che da più di vent’anni opera in Brasile, e ora anche in Italia, dedicandosi al recupero di ragazzi emarginati e a rischio, applicando un metodo pedagogico basato sull’esperienza artistica.

Elementi particolarmente rappresentativi del Festival gli spettacoli teatrali che si terranno al Teatro Goldoni il 17 e 18 novembre, affronteranno diversi aspetti del tema della follia. Uno studio per la nave dei folli di Elisa Roson e Federica Di Rosa, è un lavoro tra terra e mare, in equilibrio sull’asse “mente – corpo”, che si muove tra l’abbandono di una nave, disonorata ai confini del mare, la disperazione imprigionata nel manicomio di San Servolo nel ‘900; e quella che preferiamo nascondere alla nostra vista tutt’oggi segregandola nei ‘moderni’ manicomi criminali. Chiude la parentesi teatrale sempre allo Stabile Veneto Kociss la storia del celebre bandito presentata in forma di teatro-canzone da Giovanni dell’Olivo che dà corpo alla propria voce, per dare vita al suo personaggio.
kociss.jpg
A conclusione della proposta del Festival dei Matti gli incontri di riflessione che si articoleranno durante tutte e tre le giornate della rassegna. Il primo appuntamento è venerdì alle 16.30 al Telecom Future Centre con Il corpo delle parole per gli interventi di Alberta Basaglia, Maria Grazia Giannichedda e Peppe Dell’Acqua; mentre sabato alle 11.30 al Teatro Goldoni si affronterà il delicato tema dell’anoressia con l’autrice Alice Banfi durante l’incontro In carne ed ossa, moderato da Anna Poma. Domenica 18 si incrociano filosofia, psicologia e sociologia con Massimo Cirri e Umberto Galimberti ospiti dell’appuntamento mattutino al Goldoni L’anima in corpo; mentre il pomeriggio si prosegue la riflessione all’Ateneo Veneto con Aldo Bonomi e Franco Rotelli, che discuteranno di Corpi sociali. 


Festival dei Matti

16, 17, 18 novembre Vari luoghi a Venezia

Info www.festivaldeimatti.org

 

:agenda teatro

    27|05|2017
  • STOMP
    Teatro Goldoni - Venezia
    "Eventi Speciali"
    Stomp Productions - Glynis Henderson Productions  in collaborazione con Terry Chegia   

  • 28|05|2017
  • STOMP
    Teatro Goldoni - Venezia
    "Eventi Speciali"
    Stomp Productions - Glynis Henderson Productions  in collaborazione con Terry Chegia