VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow NIGHTLIFE arrow Visionary countdown. il Capodanno veneziano tra tradizione e innovazione
Visionary countdown. il Capodanno veneziano tra tradizione e innovazione
di Chiara Sciascia   

piazzaok.jpgDue tendenze contrapposte, che spesso in una città come Venezia si trovano a dover convivere, o per lo meno a provarci, rappresentano per questo fine 2012, ma anche in un quadro più generale, un’inaspettata ricchezza.

 

Da una parte la tradizione, la storia, l’immobile bellezza della città, resa ancor più straordinaria dal desiderio di trascorrervi l’ultima notte dell’anno, perduti nell’atmosfera unica che si respira solo in Piazza San Marco tra un bacio e un abbraccio, al tintinnare dei bicchieri, un attimo prima che il boato dei fuochi d’artificio accolga il nuovo anno in un’esplosione di luci e colori, pronti a svanire nello specchio del bacino in un caleidoscopio mirabolante di riflessi danzanti.

 

Dall’altra parte c’è la Venezia giovane, la Venezia universitaria, che trae forza vitale dall’arte e dalla cultura, brulicante e innovativa fucina di idee che pretende di essere vissuta concretamente, aprendosi al mondo e al nuovo, sperimentando il presente, proiettandosi verso il futuro e liberandosi un po’ di quell’antica ‘patina’ stereotipante.

 

guti_tini.jpgLe contraddizioni veneziane danno spesso ottimi frutti in ambito artistico e culturale, e quest’ultima notte del 2012 né è evidentissima prova. L’appuntamento in Piazza San Marco, dunque, sarà il coronamento del sogno di molti e una tradizione irrinunciabile per altri. Quest’anno era inevitabile anticipare l’imminente mood carnevalesco con una notte in cui celare il proprio volto dietro il mistero e il fascino della maschera, ingrediente che renderà il White Venice party ancor più intrigante e speziato. Look total white per la città, rischiarata dalle tradizionali luminarie e dalle proiezioni sulle facciate eterne dei monumenti, e per gli ‘invitati’ in trepidante attesa del culmine della festa con il grande spettacolo live, l’animazione, il dj-set e infine il corale countdown, il brindisi, i fuochi e il primo sorriso al 2013.

 

Allo stesso modo, c’è l’altra metà del cuore della città che si prepara a festeggiare con un evento inedito. Si tratta della prima edizione di Visions , che si presenta  come uno dei più importanti happening del panorama elettronico musicale, una proposta alternativa esclusiva, acclamatissima fin dal suo annuncio, destinata a diventare un punto di riferimento per i festeggiamenti del nuovo anno grazie alla perfetta location, il  Terminal 117 del Tronchetto, ma soprattutto grazie agli ospiti internazionali di assoluto richiamo, con nomi che garantiscono al pubblico una qualità musicale pressoché impeccabile e nient’affatto scontata. Visionsnove ore ininterrotte di musica e festeggiamenti – andrà in scena verso le 23 del 31 dicembre e non si fermerà fino alle 8 del mattino dell’1 gennaio, con quattro international guest e oltre 20 live e dj-set, in ben 4 aree musicali.

 

tiga.jpgIl Terminal 117 accoglie gli artifici sonori della multietnica scuola di Düsseldorf, la stimata label tedesca Desolat del celeberrimo Loco Dice, che invia in rappresentanza per l’unico showcase italiano i due purosangue della scuderia tINI e Guti; mentre per la prima volta sbarca dal Canada il geniale electro sound artist di fama mondiale Tiga, per l’unica data italiana del suo world tour. Dj e producer eclettico di conclamato successo e innegabile talento, Tiga ha firmato innumerevoli hit tra le più ascoltate dell’ultimo decennio, si veda l’ormai leggendario anthem di Pleasure from the Bass. Alla consolle di Visions troviamo inoltre Luca Agnelli, famoso in tutta Europa per i suoi set infuocati e le prestigiose produzioni, mentre nelle quattro sale spazieranno, dall’house alla techno e dall’electro all’ambient, altri 20 gettonatissimi artisti nostrani. Insomma, scongiurato il giorno del giudizio, non resta che chiedersi se Visions verrà incoronato nuovo Capodanno veneziano per eccellenza, perché, in fondo, music is the answer.

«Venice White Christmas» | «Visions 2013»
31 dicembre Piazza San Marco | Terminal 117
Info www.capodannovenezia.com