VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA arrow Archivio
Open-minded music. A Mestre un enciclopedico Marc Ribot
di Laura Spadari   
jazzgroove.jpgL’appuntamento di febbraio della rassegna mestrina «Jazz Groove 2013», ospitata nell’auditorium del Centro Culturale Candiani, regala ancora una volta musica di grande qualità: il 17 febbraio si esibirà, nell’unica tappa nel Triveneto del tour europeo, il chitarrista Marc Ribot, icona della musica d’avanguardia contemporanea, insieme al suo trio Ceramic Dog. Di origini ebraiche, Ribot ha imparato a suonare la chitarra con uno dei più grandi compositori haitiani, facendo sue dunque sonorità folk e latine.

 

Negli anni Ottanta è stato protagonista della scena musicale blues e soul di New York, con un curriculum in cui spiccano collaborazioni con grandissimi nomi della scena internazionale, basti citare Wilson Pickett, Elvis Costello e Tom Waits, tra i tanti.

 

Dal 2008 con i Ceramic Dog (Shahzad Ismaily al basso e Ches Smith alla batteria) Ribot lascia briglia sciolta alla propria indole più sperimentale, attingendo dal bagaglio culturale e musicale di una vita.

 

Difficile catalogare la loro musica in un genere definito: si descrivono come un collettivo libero, punk, sperimentale, psichedelico, post-elettronico. Un sound senza dubbio d’impatto, eclettico e originale che colpisce per il ritmo diretto.


«Jazz Groove 2013»
17 febbraio Centro Culturale Candiani-Mestre (Ve)
Info www.caligola.it