VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO arrow Archivio
Lo specchio della natura. Da Pirandello a Brecht, riflessi di uomini e di mondi
di Filomena Spolaor   
uomofioreinbocca.jpgIl Teatrino Zero di Spinea è un porto dove giovani artisti si accostano alla scena sperimentando nuove forme di rappresentazione e contaminazione visionaria, dove l’eroismo è uno strumento che aiuta a padroneggiare dialetticamente le situazioni. Il 2 febbraio, Cum & Munus Teatro di Catania porterà in scena una versione riadattata a monologo di L’uomo dal fiore in bocca di Pirandello, con la regia di Paolo Zaffaina. L’atto unico, in cui a recitare è la morte, è un colloquio fra un uomo condannato a un tragico destino da un cancro fioritogli sulla bocca e il soggetto di un’esistenza convenzionale, reso scialbo dalla monotonia e banalità della vita. Delirium vitae è un racconto sul precariato e la crisi del lavoro, un ritratto dell’Italia di oggi, visto dal punto di vista di due uomini di differenti generazioni, che la compagnia Raum Traum rappresenterà il 9 febbraio. Aviatori di Luca Rodella è una nuova produzione di Terracrea di Padova. Lo spettacolo, in scena il 16, liberamente tratto da due drammi didattici di Brecht, esplora con senso critico l’impresa titanica del volo del giovane Lindbergh, metafora del girotondo del progresso tecnico.

 

«Rassegna 2012/13»


2, 9, 16 febbraio Teatrino Zero-Spinea (Ve)


info www.teatrinozero.it