VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO arrow Archivio
Tra streghe e pupazzi. Da Arlecchino a Shakespeare le magie di Brunello
di Chiara Sciascia   
gigio-brunello-macbeth-i3_2.jpgSi apre con uno degli artisti più rappresentativi e impegnati del panorama teatrale veneto e nazionale la programmazione marzolina del Teatrino Zero di Spinea, che vede in scena Gigio Brunello e i suoi inseparabili burattini. L’artista che ha maggiormente contribuito ad affrancare il teatro di figura dall’esclusivo ruolo di intrattenimento per ragazzi, presenta un brillante esempio di quanto questo luogo comune sia errato con il suo Macbeth all’improvviso. Il dramma in due atti lo vede impegnato nei panni del burattinaio-Re Duncan, che, a causa di imprevisti tecnici, è costretto ad annunciare che la tragedia shakespeariana è annullata e si dovrà ripiegare su un testo goldoniano.

Gli ‘attori’ però non ci stanno e, nella rivolta generale, Arlecchino diventa Macbeth, Brighella, la sua esaltata e fragile sposa e così via dicendo, lungo un percorso che si rivelerà ineluttabilmente senza via di scampo. Si ritorna ad una dimensione teatrale di ricerca, invece, con Federico Paino e i suoi destabilizzanti Appunti per un’accorta gestione demografica, il 23 marzo, per concludere poi il mese assistendo ad uno dei lavori più originali di Tiziano Scarpa, Groppi d’amore nella scuraglia, portato in scena dalla compagnia padovana Carichi Sospesi.

 

«Rassegna 2012/13»
2, 9, 16, 23, 10 marzo Teatrino Zero-Spinea (Ve)
Info www.teatrinozero.it