VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO arrow Archivio
Teatro futuro. Pensatori del domani nella fucina scenica di Ca' Foscari
di Filomena Spolaor   

sardina_ph_andrea_maggiolo_low.jpgScoprire un territorio diventa un’avventura simile ad una fiaba, la rivelazione di un cantiere scenico, che educa lo sguardo dell’individuo e lo difende dalle insidie della natura. Il respiro dell’attualità, percepito nel varcare la soglia della rappresentazione, è l’oggetto di una scommessa su cui punta la rassegna «Sussulti, ancora», una riflessione sul presente, che dal rapporto con la tradizione, inquisito da artisti come la Compagnia Scimone Sframeli, Giuliana Musso e Marta Cuscunà, affida agli studenti la costruzione espressiva del passaggio del tempo. Nel mese di aprile il Teatro Ca’ Foscari presenta due nuove produzioni, nate da una ricerca a vocazione plurale, cui concorrono diverse professionalità dell’Ateneo. Incendiati, dall’omonimo seducente romanzo di Antonio Moresco, è una storia d’amore borderline, odissea urbana di un uomo che, sorpreso da un incendio, incontra una donna che gli chiede di bruciare con lei.

 

mr_pejos_ph_simone_padovani_low.jpgSul palcoscenico, metafora del deserto umano e interiore di una passione disperata e romantica, l’attore Gianni Stoppele scolpisce l’immagine della donna amata, simbolo di accoglienza e isola immune al fuoco distruttore di una civiltà occidentale schiava delle proprie alienazioni.

 

Lo spettacolo è diretto dal giovane Pierpaolo Comini, assistente alla regia di Cesare Lievi e Giancarlo Cobelli, nonché del docente Paolo Puppa, che il 23 aprile, in Cantologia, accompagnerà con degli intermezzi narrativi, concepiti dall’interno di una ‘metratura’, un’antologia di canzoni e di poesie messe in musica da Margot Galante Garrone. Creatrice di fantastici collage musicali, l’artista debuttò nel 1961 col gruppo Cantacronache di Torino. Compose versi e musica, interpretò canti di protesta e di ribellione, sapendo esprimere quella che Italo Calvino dipinse anche come un’anima intimista, attenta alle sfaccettature della psicologia coniugale.

 

Per il Gran Teatrino di Marionette “La Fede delle Femmine”, da lei fondato a Venezia nel 1966, cura la musica e la regia di balletti pantomimici (ha rappresentato la scorsa primavera uno spettacolo visuale-musicale per marionette dedicato alla parola poetica di Andrea Zanzotto). Il percorso «Molecole», dedicato alle esperienze teatrali di gruppi studenteschi, propone invece due spettacoli di approfondimento femminile. Teatrografie è una danza misteriosa dei pensieri di due amiche che condividono l’enigmatica amnesia di Anna, partitura concepita e orchestrata il 19 aprile da Elena Griggio per Teatroinfolle.

 

parfumul_ph_sara_gozzaldi_low.jpgVittoria/Cristina Le imperdonabili è uno studio su una delle voci più poetiche del ‘900, una mise en espace dedicata a Cristina Campo, scrittrice, poetessa e traduttrice, in occasione del novantesimo anniversario della nascita.

 

Alessandra Giuriola le rende omaggio, attingendo alla spiritualità elegante di un’accurata biografia, ricamata dalla sprezzatura e da trascendenti simbologie. La stagione del Teatro Universitario si conclude garantendo la sacralità dell’architettura culturale, rinnovando nella formazione il valore di un rito comunitario contro la minaccia di ogni vanificazione delle intenzioni, nel palpitare per l’incanto della vita. Il futuro è domani.

«Sussulti, ancora» - «Molecole»
11, 19, 23, 29 aprile Teatro Ca’ Foscari
Info www.unive.it