VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CLASSICAL arrow Archivio
Parola d’artista. A Mestre il talento di Mr. Lisiecki
di Carmela Donadio   
janlisiecki.jpg«Detesto essere chiamato bambino (o ragazzo) prodigio. È una condanna», così ha risposto Jan Lisiecki in un’intervista dell’anno scorso a Giuseppe Videtti di repubblica.it. «I prodigi durano poco. Io sono uno che lavora sodo, con lo stesso impegno di uno sportivo che punta all’oro. Detesto l’idea di stare su un palcoscenico come una scimmia a stupire la gente solo perché posso fare miracoli col pianoforte. “Talento” è una parola che mi piace, perché si tratta di qualcosa di molto soggettivo; qualcuno può amarlo, qualcuno può odiarlo.

 

Amo la musica per la sua capacità di toccare il cuore della gente e andare in profondità». Una musica in grado, secondo Lisiecki, di raggiungere l’anima e suscitare emozioni, foriera di effetti terapeutici capaci di raggiungere l’ascoltatore nella propria intimità, parlando ad ognuno in maniera del tutto differente.

 

Diciotto anni compiuti a marzo, il brillante pianista canadese di origine polacca si esibisce al Teatro Toniolo il 23 maggio, eseguendo quattro degli Huit Préludes di Oliver Messiaen, il Preludio della Partita n. 1 in si bemolle maggiore BWV 825 di Bach, il Minuetto Op. 14, n. 1 e il Notturno in si bemolle maggiore Op. 16, n. 4 di Paderewski, le Tre danze ceche, H. 154, di Martinu e, per finire, gli Studi op. 10 di Chopin.

«Io Sono Musica 2012-2013»
23 maggio Teatro Toniolo-Mestre (Ve)
Info www.culturaspettacolovenezia.it