VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CLASSICAL arrow Archivio
Così lontani, tanto vicini. Elio, classico factotum
di D.C.   
elioprosseda.jpgÈ un continuo affannarsi quello destinato a caratterizzare l’azione di chi, da addetto ai lavori, si impegna ad attualizzare a tutti i costi il repertorio classico per dimostrarne la sempre valida modernità. I richiami tematici lasciano spesso il tempo che trovano, persi tra itinerari soggettivi che a volte faticano a trovare un riscontro con il grande pubblico, soprattutto se esigente come quello degli appassionati di musica classica.

 

Il recital Bianchi, Rossini e Verdi. Omaggio al canto tricolore portato in scena da Stefano Belisari (in arte Elio) e dal pianista Roberto Prosseda è nato, per stessa ammissione del cantante, dalla genuina volontà di dare adeguata cassa di risonanza ad un repertorio comprendente colonne portanti del panorama di genere e capace di spingersi fino agli anni ’30 e ’40 grazie a componimenti di Gabriele Bianchi e brani moderni del compositore Luca Lombardi.

 

Un innamoramento personale che Elio intende rendere collettivo, in nome di una qualità che scavalca barriere di genere, tra celebri arie del Rigoletto e de Il barbiere di Siviglia, odi al maiale, alla zanzara o al criceto e curiosi siparietti tra cantante e pianista, in un gioco di rimandi continui e serissima, imperturbabile ironia.

«Bianchi, Rossini e Verdi. Omaggio al canto tricolore»
22 maggio Teatro Verdi-Padova
Info www.universidiversi.com