VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO arrow Archivio
I nuovi incanti del sacro. L’esito di Cantiere Ca’ Foscari guarda a Oriente
di Filomena Spolaor   
miniatura_tamerlano.pngPotrebbe non dover più fare a meno del resto del mondo il teatro di domani? Allora, vieni, vieni... sacro Oriente... con i tuoi vessilli e le tue musiche... è un verso di conquista di Gordon Craig, titolo della performance che conclude l’affascinante progetto di Cantiere Ca’ Foscari, il laboratorio teatrale universitario curato dalla regista Elisabetta Brusa, che ha ricevuto di recente il Premio Nievo dall’Università di Tor Vergata per lo spettacolo Storia filosofica dei secoli futuri. Il secondo anno del cantiere creativo, la cui attività riguarda l’intero arco della messinscena, dalla drammaturgia alla realizzazione, passando attraverso l’apprendimento della prassi espressiva e delle tecniche dei nuovi linguaggi, guarda ad Oriente, alla connotazione dell’attore occidentale, alla conoscenza di un esotismo fuso di acrobazie gestuali e pensiero della Cina, India, Giappone, Asia centrale.

 

Circumnavigando il testo Tamburlaine di Marlowe e perlustrando Samarcanda, la città degli artisti dove il condottiero portava le teste mozzate, da ottobre a maggio la ricerca degli studenti si è alimentata della linfa vitale del teatro-danza della civiltà orientale. Grazie alla collaborazione con l’Istituto Confucio, i giovani performer hanno interagito con le tecniche performative di un attore dell’Opera di Pechino, di un maestro di Kathakali, con le architetture volanti costruite insieme al Teatro Tascabile di Bergamo.

 

cantiere_05-2013_big.jpgAllungando lo sguardo della compagnia L’Arlecchino Errante di Claudia Contin e Ferruccio Merisi fino a Bollywood, incontrando il Tamerlano di Vivaldi all’ombra dell’imponente figura ritratta dal drammaturgo elisabettiano, lo spettacolo percorre il processo di occidentalizzazione del pensiero teatrale, lettura sacrale del palcoscenico, dal riverbero della voce degli dei fino alla conquista laica della voce. Nel lavoro laboratoriale confluiscono diversi linguaggi espressivi e le maschere della tradizione viva: uno sguardo sul futuro per non dimenticare niente come gli attori cinesi.

«Cantiere Ca’ Foscari»
15, 16 maggio Teatro Ca’ Foscari
Info www.unive.it

 

 

:agenda teatro

    28|05|2017
  • STOMP
    Teatro Goldoni - Venezia
    "Eventi Speciali"
    Stomp Productions - Glynis Henderson Productions  in collaborazione con Terry Chegia