VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow BIENNALE ARTE 2013 | Voice of the Unseen
BIENNALE ARTE 2013 | Voice of the Unseen
di Anna Trevisan   
unseen.jpg[Evento Collaterale] La Cina mai come oggi ha voglia di raccontarsi all’Occidente, spiega Wang Lin, critico da sempre impegnato nella diffusione nel suo Paese dell’arte non ufficiale. Con questa mostra da lui ideata e curata, intende lasciarci vedere oltre la Grande Muraglia. Attraverso le opere di 188 artisti esponenti della cosiddetta postavanguardia maturata negli anni ’80 e ’90, ci viene offerta l’opportunità di accostarci ad una Cina ancora mai vista, senza il filtro distorsore dell’Occidente. L’allestimento della mostra è all’Arsenale, alle Tese di San Cristoforo e nella Nappa n° 91.

 

L’ambizione è quella di aprirci lo sguardo verso un Oriente troppo spesso frainteso, mal conosciuto, mistificato; di farci sentire la sua voce ‘reale, originale e spontanea’, ospitando autori che negli ultimi trent’anni hanno dato vita al punto di vista più indipendente e vitale dell’arte cinese. Sono nove le tematiche attraverso le quali si articola l’esposizione, che raccoglie l’invito del direttore artistico Gioni a pensare in modo enciclopedico: Memoria, Storia, Villaggio, Rovine, Famiglia, Povertà, Corpo, Paesaggio, Magia. Nel logo della Mostra scopriamo anche il suo messaggio più bello, l’ideogramma della Croce Rossa Internazionale combinato a quello della Cina. A significare che il Grande Dragone è sì in marcia verso Occidente, ma viene in pace. Parola alla Cina dunque.

 

«Voice of the Unseen» Dall’1 giugno al 24 novembre
Arsenale, Tesa alle Nappe n. 91 e Tese di San
Cristoforo n. 92-93-94 

Info www.voiceoftheunseen.org