VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CLASSICAL arrow A pieni voti. Al Pollini arriva la bella Stagione
A pieni voti. Al Pollini arriva la bella Stagione
di Alberto Massarotto   

gerard_korsten.jpgL’Auditorium C. Pollini continua a rappresentare una piattaforma ideale per la musica a Padova; a testimoniarlo è la fitta attività concertistica che si nutre delle proposte degli Amici della Musica e dell’Orchestra di Padova e del Veneto. Dell’originale stile esecutivo del violinista Phillippe Graffin s’impreziosisce l’approfondimento sinfonico dedicato a Schumann, il 2 dicembre, che tocca la Fantasia op. 131, il Concerto in re minore e l’Ouverture op. 52, diretti da Tuomas Rousi.

 

Gérard Korsten dirige la Sinfonia Haffner in una serata dedicata a Mozart, e la voce di Eva Mei ne anticipa l’esecuzione con una serie di arie sacre e d’opera al Museo degli Eremitani. Gli Amici della Musica di Padova affrontano un’analisi sinfonica sulla figura di Debussy, in grado di esaltare l’importanza dell’eredità musicale di Caplet e Schmitt, in un concerto promosso dal Centre de Musique Romantique Française del veneziano Palazzetto Bru Zane che, in coproduzione col Comunale di Monfalcone, propone il 20 dicembre l’incontro tra il Quartetto Elias e l’arpa di Sandrine Chatron.

 

giuseppeandaloro.jpgPer gli appassionati della tastiera trova posto il carisma timbrico di Giuseppe Andaloro (3 dic), evidenziato in un excursus pianistico che spazia da Frescobaldi a Ligeti, fino all’effervescente omaggio di Michele Campanella all’opera lirica (13 dic) attraverso le traduzioni di Liszt e ad un’ampia visione delle variazioni Goldberg di Bach che Roberto Loreggian propone secondo l’ottica clavicembalistica che lo contraddistingue (15 dic). Riprende a gennaio, il 10, il viaggio all’interno delle Sinfonie di Beethoven, di cui Stefan Solyom presenta la terza e la quarta, accostandole ad A Freak in Burbank del giovane compositore svedese Albert Schnelzer. La seconda e la settima vengono invece affiancate al Divertimento per flauto op. 52 di Busoni, con Mario Folena in prima linea, sotto la conduzione di Zsolt Hamar (23 gen).

 

Per gli Amici della Musica, Dénes Varjon offre un recital che da Haydn si spinge fino al pianoforte di Janacek, senza tralasciare quello più noto di Bartók e Ravel. Il 28, il Trio Rusalka ricalca un percorso vocale prettamente romantico tra soli e duetti che da Schumann si sposta fino alle suggestioni sonore della Russia di Čajkovskij. Tra i due appuntamenti, il 16, tocca al dirompente gruppo di percussionisti Tetraktis fungere da contrappeso programmatico attraverso una rosa di autori che, a partire da Cowell e Chàvez, coprono l’intero arco del Novecento, penetrando le dirompenti innovazioni apportate dalla scuola americana capeggiata da Cage e Reich, prima di ritrovar le proprie radici nel segno originario rappresentato da Ionisation di Varèse.

«Stagione concertistica 2013/14»
Programmazione di dicembre e gennaio Auditorium C. Pollini-Padova
Info www.amicimusicapadova.org - http://opvorchestra.it