VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow [CARNEVALE 2014] Carnevale da fiaba. Naturalmente, fantastico
[CARNEVALE 2014] Carnevale da fiaba. Naturalmente, fantastico
di Marta Fontana   

carnevale_1.jpgFiaba. Il semplice suono di questa parola ha il potere di aprire mondi fantastici e di farci sognare. Colti da un ricordo, avvolti da una calda voce che emerge del passato e ci riporta a mondi lontani e personaggi incantati: fate, giganti, unicorni e creature stregate. Una parola ammantata dal fascino e la magia di voci di generazioni che per secoli hanno narrato ed intrecciato mille diversi episodi creandone altrettanti.

 

A questa grande tradizione popolare, così indissolubilmente legata alla città e alla sua storia, Venezia vuole dedicare quest’anno il suo famosissimo Carnevale: Il meraviglioso e il fantastico nella natura. Un carnevale da fiaba: la Fantastica Foresta! Un Carnevale globale perché ogni cultura ha attinto al patrimonio del fantastico come metafora narrativa della vita. Tutti conoscono l’esigenza dell’uomo di raccontare il misterioso naturalistico mediante la favola. Le culture planetarie dispiegano un giacimento infinito di simboli e di caratteri intorno alla creazione e all’origine della vita, agli elementi atmosferici, agli esseri vegetali e alle creature animali.

 

Oriente e Occidente, Asia e Oceania, Americhe, Europa, Africa: nel Carnevale del fiabesco si cercherà il mascheramento ispirato alle fiabe storiche della tradizione europea, alle novelle arabe e mediorientali, ai simboli votivi delle culture africane e mesoamericane, fino alle allegorie indiane, mongole e dell’antico Catay.

 

carnevale_2.jpg

 

Si vuole incitare il pubblico della festa a riscoprire, con i mascheramenti individuali e con quelli urbani, il rilievo del fantastico, popolare e colto, esoterico e didascalico, nel suo rapporto tra l’uomo e l’ambiente. Venezia è in questo un miracolo della fantasia essa stessa: un pesce nella laguna, un fiore di pietra. Punto d’intersezione tra le culture alpine e le infinite lande d’acqua incessantemente percorse dalle galere. Città interfaccia di Oriente e Occidente, dove i miti e le paure delle creature mostruose e stupefacenti d’oltremare venivano tradotti in narrazione per poi essere esportati dai mercanti in Europa. Il Carnevale 2014 sarà un enorme dizionario della fantasia: ogni maschera diventerà simbolica traccia di uno straordinario incontro dello spazio con il tempo, laddove in qualche luogo nella nostra storia uno o più esseri umani hanno concepito un mito e ne hanno fatto immagine e narrazione.

 

Un dizionario del fantastico senza tempo. I principali Campi diventeranno la foresta che vive e pervade la città di pietra, impersonando ognuno uno degli animali che la popolano: Campo del Gallo Cedrone, Campo dell’Asino, Campo del Lupo e quello della Volpe. Ma non solo Venezia, quest’anno il Carnevale va oltre. È un’occasione per contestualizzare nel territorio Veneto e lagunare la presenza del fantastico: dai boschi del Cansiglio alle cime delle Alpi, dagli orti e frutteti del Garda alle valli lagunari, dalle isole dell’Oriente oltremarino ai Fondaci armeni, turchi e greci. Un mondo di favola alimentato dai profumi e dai sapori dei forestieri, cresciuto nei segreti suoni delle lingue che i mercanti portavano dall’Oriente e dal nord Europa, documentato negli idiomi dei Principi e dei viaggiatori che affrontavano il lungo viaggio per Venezia, maestra di civiltà.


«Carnevale di Venezia 2014. La natura fantastica»
Dal 15 febbraio al 4 marzo
Info www.carnevale.venezia.it