VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow VENICENESS arrow REDENTORE 2014 | Di quella pira. La luminosissima notte di mezza estate
REDENTORE 2014 | Di quella pira. La luminosissima notte di mezza estate
di Fabio Marzari   

redentore1.jpgUna festa salvata last second, un attimo prima che l’attività dell’Amministrazione Comunale venisse commissariata, tra le pieghe di una città scossa dall’ondata di pubblico denaro, finito, almeno secondo l’accusa, nelle tasche di molti notabili per nulla serenissimi. I veri botti quest’anno li ha fatti in anticipo la Procura, ma il Redentore è pur sempre la data clou dell’estate veneziana e forse per una sera bigoi in salsa, anara in tecia, sardee in saor e l’immancabile anguria potranno rubare la scena al clamore giudiziario e il popolo di veneziani e turisti volgeranno lo sguardo al cielo per godersi la meraviglia dello spettacolo pirotecnico che ancora una volta illumina la notte veneziana.

 

La città, sopravvissuta a pestilenze, guerre, invasioni, carestie, potrà certamente tollerare la temporanea assenza di un sindaco, senza troppi traumi...

 

Il Redentore è una festa religiosa, anche se l’impronta laicista di Venezia crea sempre un curioso mix tra fede e voglia di divertimento. Il ponte votivo di barche che attraversa il Canale della Giudecca conducendo alla Basilica reca il passaggio anche verso numerose tavole imbandite, che vengono ancorate al suolo con cospicuo anticipo, per assicurare ai rumorosi commensali la migliore visione dei foghi.

 

redentore2.jpgOgni albergo munito di terrazza propone una serata speciale per potersi godere la nottata tranquillamente adagiati su comode poltroncine, tra molte portate di cibo, tradizionale e rivisitato e un vasto assortimento di vini. La tradizione imporrebbe il rabosetto locale, ma ognuno si regoli di conseguenza; più che alle libagioni e basta, l’attenzione va rivolta allo spettacolo unico che la folla assiepata nelle rive e in piazza San Marco, il gran numero di imbarcazioni adattate a tavole galleggianti e l’insieme di suoni e colori sanno dare, in un crescendo di attesa verso gli scintillanti fuochi d’artificio. Uno spettacolo con un copione immutato nei secoli, ma sempre in grado di attrarre l’attenzione di tutti, un appuntamento collettivo in una calda notte estiva, declinata secondo le esigenze e le diverse capacità economiche, ma sono due facce della stessa medaglia, la festa è l’esplosiva notte veneziana, cambia il modo di affrontarla, in infradito e bermuda o in abito elegante.

 

La vera magia è la capacità di Venezia nel saper attrarre sempre folle numerose, ‘semplicemente’ presentando se stessa. Un concentrato di bellezza, lusso e unicità nel volgere di poche centinaia di metri non trova pari altrove, Terrazze come quelle del Gritti, Europa&Regina, Danieli, Monaco, Bauer, per citare le più famose, sono un set ideale per una notte memorabile, da imprimere nella mente in tutti i suoi fotogrammi, la cena con musica dal sapore retrò dell’Harry’s Dolci alla Giudecca è uno dei must del Redentore... ma nulla è più must della festa stessa, con tanto di passaggio obbligato alla Basilica palladiana, eretta dopo la peste del 1575. Nel 2014 gli untori sono altri, ma di quelli se ne occupa la giustizia umana e al massimo servono carceri non chiese!