VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow [CARNEVALE DI VENEZIA 2015] Venezia in...mostra!
[CARNEVALE DI VENEZIA 2015] Venezia in...mostra!
di Redazioneweb2   

cameraphoto.jpgBRICIOLE DI CAMERAPHOTO ovvero mangiare a Venezia negli anni ’50
La Fabbrica del Vedere - fino al /Until 17 febbraioFebruary

lun-sab/Mon-Sat h. 11_13

Sophia Loren, Jean Cocteau, Truman Capote, Giuseppe Di Stefano, Giorgio De Chirico, impegnati sotto la guida di Giuseppe Cipriani, Grado Castelet, Arturo Deana, Mazzega, Zoppi, Romano, i grandi ristoratori di quegli anni. Per il Carnevale 2015 l'Archivio Cameraphoto Epoche espone dodici immagini in rigoroso bianco&nero che rievocano la cultura del cibo a Venezia, tra protagonisti e fruitori, negli anni '50./ With Sophia Loren, Jean Cocteau, Truman Capote, Giuseppe Di Stefano, Giorgio de Chirico, occupied with food under the guidance of Giuseppe Cipriani, Grado Castelet, Arturo Deana, Mazzega, Zoppi, Romano, the great restaurateurs of those years. To celebrate Carnival 2015 the Archive of the Cameraphoto Epoche will display twelve images in rigorous black and white that evoke the culture of food in Venice in the 1950s.

Cannaregio 3857/STOP> san marcuola

Info t. + 39 3474923009

 

callart.jpgCALL’ART 2015 – BAUTANDO
Scuola Grande San Giovanni Evangelista - fino al /Until 17 febbraioFebruary

tutti i giorni/every days h. 9.30_17.30

La mostra espositiva e performativa presentata da Gabriele Romeo, curatore di CALL'ART 2015, rivisita in chiave contemporanea il tema del Carnevale in rapporto alle varie reinterpretazioni della "bauta" e delle "scenografie magiche" proposte dagli artisti selezionati. Dislocate lungo il prestigioso spazio Badoer, sono esposte opere di: Luciano Bellet, Giorgio Celiberti, Ferruccio Gard, Lazlo Licata, Ulrike Pusch- Holbinger, e Fiorenzo Fallani, recentemente scomparso, cui è dedicata la mostra. Inoltre,opere grafiche e serigrafiche prodotte negli anni per: Giorgio Cavazzano, Gianni Dova, Renato Guttuso, Mario Schifano, Emilio Vedova, Luigi Rinciotti, Mimmo Rotella. Mentre grazie ad un prestito privato sarà visibile un'opera di Ennio Finzi. / An exhibition and performance by Gabriele Romeo, curator of CALL’ART 2015, revisited in a contemporary key. Interpretations of historical masks and magic scenic designs by selected artists, namely: Luciano Bellet, Giorgio Celiberti, Ferruccio Gard, Lazlo Licata, Ulrike Pusch-Holbinger, and the recently passed away Fiorenzo Fallani, whom the exhibition is dedicated to. Also, Graphic art and prints by Giorgio Cavazzano, Gianni Dova, Renato Guttuso, Mario Schifano, Emilio Vedova, Luigi Rinciotti, Mimmo Rotella. Art by Ennio Finzi is the object of a generous private loan.

Calle de la Laca 2454/STOP> san tomà
Info www.venicecart.org

 

marcela-cernadas_agape_buenos-aires-2013_sm-1100x600.jpgCarneVale – Una videoinstallazione

Chiesa di San Lio - fino al /Until 17 febbraioFebruary

tutti i giorni/every days h. 11_18

 

Un'esposizione unica nata dalla video opera Agape di Marcela Cernadas. La narrazione filmica con finale a sorpresa si compie nell'esperienza spaziale all'interno di San Lio, dove al visitatore ogni significato viene svelato solo al momento di lasciare il luogo. Esperienza contemplativa e sensoriale insieme, introduce il tema dell'Expo e del Carnevale aprendolo alla prospettiva del nutrimento spirituale che si fonda sull'esperienza della fame, della dolcezza, del gusto profondo delle cose e della vita. (Ingresso gratuito ogni 20 minuti)/ A unique exhibition developed upon video art Agape by Marcela Cernadas. The filmic narration and its surprise ending comes about within San Lio spatial experience, where visitors will be shown the true meaning of the story only once they’re ready to leave. A contemplative though sensorial experience, it introduces the theme of Expo 2015 and the Carnival and the perspective on spiritual nourishment. Hunger, sweetness, taste. For things, and for life.

Calle Fava, Castello/STOP> rialto

Info www.veneziaubc.org

 

ciboregolaarte.jpg

 

CIBO A REGOLA D'ARTE

fino al /Until 17 febbraioFebruary

Un filo rosso unisce Palazzo Ducale al Museo Correr, a Ca’ Rezzonico, a Palazzo Mocenigo, a Casa Goldoni, a Ca’ Pesaro, al Museo di Storia Naturale: è l’itinerario tematico, offerto ai visitatori dai Musei Civici per il Carnevale, che indaga il legame tra cibo e cultura nella storia e nella tradizione artistica veneziana attraverso visioni, curiosità, aneddoti, leggende, simboli e rituali... da non perdere!/ The role of food in the Venetian cultural and artistic tradition. A themed itinerary through a rich selection of works on the iconography of food in the collections of the Doge’s Palace, Museo Correr, Ca’ Rezzonico, the Palazzo Mocenigo, the House of Carlo Goldoni, Ca’ Pesaro and the Museum of Natural History.

Info www.visitmuve.it  

 

 

carteintavola.jpgCARTE IN TAVOLA
Archivio di Stato - fino al /Until 17 febbraioFebruary

lun-sab/Mon-Sat h. 10_13
Mostra documentaria dedicata all'approfondimento del tema del Carnevale nei materiali dell'Archivio, con visite guidate (su prenotazione) anche ai depositi momumentali, normalmente non accessibili./ A documentary exhibition on the Carnival with material from the State Archive. Book your guided tour to the huge archive depots, usually barred from visits.

Campo dei Frari/STOP> p. le roma - san tomà

Info t. + 39 0415222281

 

 

 

mostratransivania_copia.jpgMASCHERE E ABITI TRADIZIONALI FESTIVI DELLA TRANSILVANIA

Istituto Romeno di Cultura e Ricerca Umanistica, Palazzo Correr - fino al /Until 17 febbraioFebruary

tutti i giorni/every days h. 10_13/16_19

L’abbigliamento tradizionale, utilizzato in Transilvania fino alla metà del XX° secolo, ha rispecchiato ottimamente le identità etniche e territoriali delle varie aree culturali transilvane, caratterizzate dalle specificità storiche ed economico-sociali. Gli elementi dell’abbigliamento tradizionale sono integrati anche nel corredo delle maschere, caratteristiche durante le festività invernali per tutte le etnie della Transilvania. Tali tradizioni e pratiche si svolgono durante il periodo Natalizio e del Capodanno nell’ambiente romeno e nel cosiddetto Fărșang – festeggiato specialmente dalle comunità ungheresi e sassoni./ The traditional transilvanian costumes were in use until the 20th century and reflected perfectly the identities of the different cultural areas of Transilvania. Tipical elements of the tradition were also introduced in the maskes, tha were used during the winter festivals. These traditions occur in romanian frameworks during Christmas time and New year's eve, but also during the so called Fărșang.

Cannaregio 2215/STOP> accademia

Info t. +39 0415242309