VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CLASSICAL arrow Occasioni colte. Massimiliano Genot e Margaryta Golovko a Pordenone
Occasioni colte. Massimiliano Genot e Margaryta Golovko a Pordenone
di Alberto Massarotto   

margarytagolovko.jpgChe il Teatro Verdi di Pordenone stia da tempo incanalando gran parte delle proprie energie nella promozione dei progetti musicali soprattutto classici e nella loro divulgazione attraverso espedienti in continuo rinnovo, è ormai un fatto accertato.

 

Non c'è dunque di cui stupirsi se un incontro preserale si può trasformare in un'occasione per riascoltare la Sonata op. 106 di Beethoven, meglio conosciuta come Hammerklavier, con la formula della conferenza-concerto riproposta ora da Massimiliano Genot, pianista e compositore già qualificato al Premio Busoni, per dialogare con il pubblico sulle caratteristiche di quest'opera monumentale.

 

Sotto il segno del Simbolismo, penultimo appuntamento con il ciclo dedicato all'arte della variazione pianistica, la giovanissima Margaryta Golovko propone invece un programma ampiamente rivolto alla figura di Rachmaninov del quale interpreta ben due opere, le Variazioni su un tema di Chopin e quelle su un tema di Corelli, prima di avventurarsi nelle variazioni sul canto Komm a Vogerl g'flugen di Busoni, singolare quanto pungente divertissement che prende ironicamente di mira lo stile di vari autori senza risparmiare neppure Wagner.

«Stagione 2014-2015»
14, 23 aprile Teatro Comunale G. Verdi-Pordenone
Info www.comunalegiuseppeverdi.it