VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow VENICENESS arrow Tavoli, tavolini e letti illustri. La Guida ai Locali Storici racconta Venezia
Tavoli, tavolini e letti illustri. La Guida ai Locali Storici racconta Venezia
di Fabio Marzari   

menup.87fotoarticolo2.jpgÈ uscita l'edizione numero 39 della Guida 2015 ai Locali Storici d'Italia, in essa sono raccontati i luoghi resi ancor più celebri attraverso le frequentazioni assidue di personaggi che hanno fatto la storia patria. Duecentoquaranta locali storici con un itinerario tematico inedito: Tavoli, tavolini e letti illustri. Tre sono le novità veneziane della guida 2015: l'Hotel Ala nato nel palazzo del senatore Isacco Maurogonato Pesaro, amico e collaboratore di Manin nel governo della Repubblica veneziana. Nel 1907, tra queste mura, la nobile e fatale Maria Nikolajewna O’Rourke Tarnowska istigò il suo giovane amante a uccidere l’anziano promesso marito, facendo esplodere “l’affare dei russi” che scandalizzò e appassionò tutta Europa.

 

La camera in cui alloggiava il conte quando venne ferito a morte è la 243 e si trova nella zona dell’antico Palazzo che oggi fa parte dell’albergo. Il secondo è il Ristorante Al Graspo de Ua, ad un passo dal Ponte di Rialto. Hugo Pratt, creatore di Corto Maltese, occupava il secondo tavolino a destra dell’antica saletta che oggi porta il suo nome.

 

Frequentato tra gli altri anche da Picasso, De Chirico, Liz Taylor e Burton, Chaplin, Hemingway e Fleming. Infine il Ristorante A la Vecia Cavàna, che conserva intatta la struttura della grande cavàna, il tipico ricovero per le barche. Nato come osteria all’inizio del Novecento, dal 2006 è diventato un elegante ristorante, amato dalla regina Silvia di Svezia.