VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow VENICENESS arrow SPECIALE REDENTORE 2015 | Sogno di mezza estate. La più magica notte di Venezia
SPECIALE REDENTORE 2015 | Sogno di mezza estate. La più magica notte di Venezia
di Fabio Marzari   

festa-del-redentore.jpgSabato 18 luglio 2015, ed è di nuovo Redentore. Una festa che non è facile raccontare pienamente a chi non ha mai avuto la fortuna di viverla. Non è solo la notte calda, a volte afosa, tipica dell'estate padana, non è solo Venezia, non sono solo i magnifici fuochi d'artificio che rischiarano la notte, è tutto questo e molto altro, un rincorrersi di ricordi e di emozioni, di immagini riflesse sull'acqua, di profili architettonici che prendono sfumature ardite, una folla rumorosa che si zittisce ammirata durante l'esplosione pirotecnica per poi liberarsi alla fine in uno scrosciante applauso, prologo di un arrivederci alla prossima edizione.

 

Le feste spesso deludono le attese, sembrano sempre uguali a sé stesse, il Redentore no, riesce ogni anno ad esprimere nuove sfumature, nuove trame per quel romanzo complesso che si chiama Venezia. L'edizione 2015 porta con sé anche una nuova amministrazione comunale, che non pare amare molto i colori dell'arcobaleno.

 

Speriamo si tratti solo di un leggero daltonismo e che sia chiara a tutti la lezione di civiltà e tolleranza che ci è stata tramandata anche nell'architettura dal grandissimo Andrea Palladio, che nella basilica del Redentore aveva posto due torrette campanarie a guisa di minareti rivolti verso Costantinopoli.

 

Il Redentore è una festa laica che si compenetra perfettamente con le istanze religiose, come spesso accade nella tradizione veneziana, dove il sacro ed il profano riescono a fare sintesi. Le tradizioni gastronomiche, i famosi bigoi in salsa, l'anara in tecia e l'anguria, sono dei capisaldi immancabili nelle tavole del sabato di mezza estate, ed il sogno si avvera quando i colori dei fuochi rivestono il cielo di una policromia infinita. Svariati sono i modi di vivere la festa, inseguendo le emozioni da luoghi differenti, con stili e outfit conseguenti. Quello più in voga è lo stile balneare trash pop ovvero un trionfo di ciabatte, canotte e pantaloni corti per l'uomo, abitini o abitoni, secondo le forme, short e tante, troppe ciabattone, per le signore.

 

I luoghi invece delle cene costose e confortevoli richiedono abiti consoni, con la debita avvertenza per le signore di evitare lo stile vintage “galleggiante”, che ha a che fare con un pontone super colorato, ridondante di fiori e di decori vari, dove un tempo un'orchestra, le Autorità e degli invitati, sostavano in posizione ambita e privilegiata per godersi la serata. Citazione d'antan, ma d'obbligo, trattandosi di Redentore!

Festa del Redentore
Sabato 18 e domenica 19 luglio 2015