VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO arrow Mantenere il massimo riserbo. Veronesi racconta il Vangelo di Marco
Mantenere il massimo riserbo. Veronesi racconta il Vangelo di Marco
di F.M.   
nondirlo_sandroveronesi_ph.lucadelpia_5.jpgUn appuntamento di rilievo, uno spunto di riflessione su temi non usuali, questo e molto altro nel monologo portato in scena dallo scrittore Sandro Veronesi il 21 maggio al Teatrino di Palazzo Grassi, prendendo spunto dal suo romanzo Non dirlo. Il vangelo di Marco. Gesù di Nazareth è il protagonista assieme al Vangelo di Marco, che secondo Veronesi è quello “più sottovalutato perché il più breve” ed è una stupefacente, efficace e consapevole macchina per la conversione del popolo romano.

 

Una sceneggiatura alla Sergio Leone, con un finale da film di zombie, studiata per la conquista dell’Impero e quindi il trionfo definitivo della Chiesa. Veronesi descrive Gesù come un personaggio moderno, quasi un uomo d’azione che deve riscattare gli uomini dal peccato originale.

 

«Cristo è un personaggio modernissimo – prosegue Veronesi – è un eroe solitario che colpisce l’immaginario collettivo perché parla per immagini alle folle da cui lui poi sfugge. È un marinaio, dorme in barca […] La nostra civiltà somiglia molto alla Roma antica, ecco perché la religione monoteista attecchì». “Non dirlo” è l’ordine che Gesù fa seguire a ogni miracolo che compie, la chiave di segreto di personalità che costituisce la trama della sua vita sulla Terra...

Non dirlo. Il vangelo di Marco
21 maggio 2016 Teatrino di Palazzo Grassi-Venezia

www.palazzograssi.it