VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO arrow Noi lo facciamo all'aperto! Torna Venice Open Stage in Campazzo San Sebastiano
Noi lo facciamo all'aperto! Torna Venice Open Stage in Campazzo San Sebastiano
di Chiara Sciascia   
marted́ 28 giugno 2016
vos3.jpgTorna il teatro sotto le stelle, in Campazzo San Sebastiano, dal 2 al 13 luglio, con la quarta edizione del Venice Open Stage – Festival Internazionale del Teatro delle Università e delle Accademie, organizzato dall’associazione Cantieri Teatrali Veneziani in collaborazione con l’Università IUAV e il Comune di Venezia. Ben 12 serate di spettacoli a ingresso gratuito per un Festival internazionale che ha il merito di costruire un teatro all’aperto nel cuore di Venezia ospitando eventi di altissima qualità e offrendo a studenti, residenti e turisti un momento per vivere la città attraverso la cultura, il confronto e l’aggregazione, anche dopo il crepuscolo.

 

Numerosi gli spettacoli in cartellone che si susseguiranno dopo la serata inaugurale del primo luglio, inserita nell’ambito delle celebrazioni per il 90° anniversario dell’Università IUAV, che apre la kermesse con un Poetry Slam valido per le qualificazioni LIPS (Lega Italiana Poetry Slam) 2016/17, a cura di Alessandro Burbank; a seguire, il duo jazz Herren Geister e HarPBeaT in concerto. In occasione dell’inaugurazione del palcoscenico, inoltre, in ricordo dell’Antica Festa di Santa Marta, sarà offerto un rinfresco a base di baccalà, street food della tradizione veneziana per eccellenza.


Sabato 2 e domenica 3 luglio l’Althea Company della Arts Educational School di Londra presenta There’s no place like, uno spettacolo sul desiderio, l’immigrazione e il senso d’appartenenza a una patria, temi centrali nella società contemporanea. Il 3 e 4 luglio l’Aristotele University di Salonicco porta in scena ICON: tre donne conversano con mezzi semplici e la musica partecipa rimodellando icone nell’ambiente. Il principio di tutte le cose è il pavimento, costruito con il cartone per le uova, materiale indegno di carta compressa, che comprende nella sua struttura sia il cerchio e il quadrato.

 

Mercoledì 6, doppio spettacolo con Insomnia, performance teatrale tra physical e puppet theatre della Scuola di Teatro Dimitri di Verscio; e il lavoro di teatro di figura e danza ispirato a Persepolis, la celebre graphic novel di Marjane Satrapi, della Zapia Company dell’Institut del Teatre di Barcellona. Il 7 luglio, una serata dedicata alla musica con il Conservatorio “Arrigo Pedrollo” di Vicenza; mentre venerdì 8 l’Accademia Teatrale Veneta di Venezia presenta I Persiani, drammaturgia elaborata dagli stessi allievi-attori, ispirata alla primordiale tragedia di Eschilo.

 

vos2.jpgIl weekend del 9 e 10 luglio vede protagonista la Kadro Pa Company della Istanbul Bilgi University con Macbeth in the Kitchen, “una storia narrata da un idiota” in senso shakespeariano, dove i protagonisti sono gli utensili da cucina. L’11 e il 12 il Palco Ensemble dell’Université Paris VIII Vincennes-Saint-Denis con EXIL(S) narra il bisogno di viaggiare, errare e ritrovare sé stessi nel vagabondaggio, riflettendo sull’esilio, invocato come un’isola poetica, punto di partenza per cogliere le tracce lasciate dagli esseri in movimento. In chiusura di festival, il 13 luglio, l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” in scena con due spettacoli: Margherita il diavolo lo sa, della compagnia L’Elefante, sulla storia di Margherita e il Maestro, che da quindici anni si alzano, sorridono, e vivono in pace nella loro casa eterna; e Nightmare n°7 della compagnia Il Servomuto, che «si svolge in un giorno imprecisato, in un luogo imprecisato, in un tempo imprecisato, in cui un uomo si ritrova in una casa senza memoria e tre bizzarri individui si propongono l’obiettivo di aiutarlo».

 

Va a impreziosire un già ricchissimo programma teatrale, un ciclo di conferenze legate al mondo delle arti performative, con molti ospiti tra cui il regista Carmelo Rifici, il direttore di Rai4 Giovanni De Luca, il Consigliere di Stato Oberdan Forlenza, il caporedattore di Radio24 Daniele Biacchessi, lo storico Umberto Fortis, e Dario Calimani, docente di letteratura inglese all’Università Ca’ Foscari. Tra gli eventi, un omaggio all’arte del Maestro mascheraio Donato Sartori, e una lezione della drammaturga Laura Forti sulla figura della donna straniera nel teatro nazionale contemporaneo.

«Venice Open Stage»
2-13 luglio 2016 Campazzo San Sebastiano, Dorsoduro-Venezia
www.veniceopenstage.org
 

 

:agenda teatro

    25|05|2017
  • STOMP
    Teatro Goldoni - Venezia
    "Eventi Speciali"
    Stomp Productions - Glynis Henderson Productions  in collaborazione con Terry Chegia   

  • 26|05|2017
  • STOMP
    Teatro Goldoni - Venezia
    "Eventi Speciali"
    Stomp Productions - Glynis Henderson Productions  in collaborazione con Terry Chegia   

  • 27|05|2017
  • STOMP
    Teatro Goldoni - Venezia
    "Eventi Speciali"
    Stomp Productions - Glynis Henderson Productions  in collaborazione con Terry Chegia   

  • 28|05|2017
  • STOMP
    Teatro Goldoni - Venezia
    "Eventi Speciali"
    Stomp Productions - Glynis Henderson Productions  in collaborazione con Terry Chegia