VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Nuova femminilitą. Ca' Pesaro, la visione avanguardistica di Coco
Nuova femminilitą. Ca' Pesaro, la visione avanguardistica di Coco
di Livia Sartori di Borgoricco   

coco.jpgQuello con Chanel sarà senza dubbio uno degli appuntamenti più attesi della stagione A/I 2016- 2017. No, non stiamo parlando di una sfilata della fashion week, ma dell’attesa mostra very glamour che il 16 settembre inaugura alla Galleria d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro a Venezia. Settima tappa del progetto Culture Chanel – che la maison della doppia C ha già portato a Mosca, Shangai, Pechino, Canton, Parigi e Seoul – La donna che legge svela al mondo il contenuto della biblioteca di Coco Chanel e racconta il suo rapporto con i libri e la lettura.

 

Che cosa leggeva Mademoiselle? Da cosa si faceva ispirare? Dediche, archivi, foto e disegni raccontano di una colta lettrice, con la predilezione per i classici greci e i poeti moderni: Omero, Platone, Virgilio, Sofocle, Lucrezio, Dante, Montaigne, Cervantes, Mallarmé e anche autori che frequentò personalmente, come Jean Cocteau, Pierre Reverdy e Max Jacob. Si aggiungono all’esposizione quasi 350 tra oggetti d’arte, gioielli, abiti e profumi provenienti dallo storico appartamento-atelier al 31 di Rue Cambon, dove gli scaffali coperti di libri dialogavano sulla parete opposta con le iscrizioni dei pannelli di lacca Coromandel, di cui Coco era avida collezionista.

 

schermata-2016-05-20-alle-10.23.46-427x640.pngIn un gioco di rimandi tra lettura, scrittura e creazione sartoriale, emergono in mostra i temi cari a Chanel, dal classicismo al barocco, dall’amore per la Russia agli ori di Venezia. Mai ‘solo’ una stilista, Chanel rivoluzionò la moda del XX secolo con il bianco e nero, le righe, il tubino, lo scollo dei maglioni ispirato all’abbigliamento dei marinai di Deauville, il jersey, pantaloni e tailleur dalle linee morbide e scivolate in netta contrapposizione con la rigidità dello stile Belle Époque fatto di bustini e corsetti, contribuendo a scrivere la definizione di una nuova femminilità, decisamente più moderna e consapevole.

 

È intorno a una figura di donna così emblematica e complessa, ancora oggi terribilmente affascinante, che si articola Culture Chanel, progetto di storytelling culturale in più capitoli nato nel 2007 sotto la curatela di Jean-Louis Froment. Una “collezione di mostre”, che di volta in volta affrontano con diverse prospettive e punti di vista la storia di Gabrielle Chanel, dei suoi legami con i più grandi pensatori e creatori della sua epoca, e della maison. Ecco quindi l’esposizione di Venezia, ormai già nell’agenda degli appassionati di moda e cultura: il ritratto di un’artista e icona di stile attraverso le sue letture.

 

«Culture Chanel | La donna che legge»
17 settembre-8 gennaio 2017

Ca’ Pesaro, Galleria Internazionale d’Arte Moderna - Venezia

capesaro.visitmuve.it