VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA arrow È jazz, bellezza! Kurt Elling, storia di un crooner
È jazz, bellezza! Kurt Elling, storia di un crooner
di Redazioneweb2   

b_kurtelling-photo_by_anna_webber3267_r.jpgGuest star a Umbria Jazz 2016, dopo aver dato un assaggio al pubblico italiano già nell’edizione di Umbria Jazz Winter 2015 deliziando il Teatro Mancinelli di Orvieto con un repertorio a tutto Sinatra, voce nota in tutto il mondo, già premio Grammy, autore capace di creare un ponte tra poesia e musica: Kurt Elling è uno dei più importanti e famosi jazz vocalist a livello internazionale. Una straordinaria estensione vocale gli consente di muoversi tra maestria tecnica ed emozioni, con un repertorio che include composizioni originali e moderne reinterpretazioni, ognuna delle quali è trampolino di improvvisazioni e formidabili jazz solo. La critica lo celebra: «Dalla metà degli anni ‘90 - si legge sul «The Washington Post» - nessun altro cantante è stato coraggioso, dinamico, originale come lui. Con il voluttuoso fluttuare della sua voce, il lirismo, le agilità vocali e il senso di vivere la musica come una missione, incarna oggi il vero spirito creativo nel repertorio jazz».

 

Erede naturale di pionieri del jazz come Eddie Jefferson, King Pleasure e Jon Hendricks, Elling è autore di testi e di solo improvvisati per Wayne Shorter, Keith Jarrett e Pat Metheny. Spesso, nei suoi lavori, si ispira ad autori come Rilke, Rumi, Neruda e Proust. Robert Creeley - recente Premio Bollingen - ha scritto di lui: «Kurt Elling ci porta in un universo di sacri dettagli. Le sue parole sono plasmate da un potentissimo spirito poetico».

 

a_kurtelling-photo_by_anna_webber3123.jpgContemporaneamente è cresciuto con il suo ensemble e ha collaborato con molte delle migliori orchestre internazionali. Una band di grande freschezza e maturità accompagna Elling nel tour che lo vede arrivare a Pordenone: Stu Mindeman - pianista e compositore di base a Chicago - ha la sua principale forza nell'eclettismo stilistico e nell'enorme sensibilità musicale; Ulysses Owens Jr. - batterista e percussionista già vincitore di diversi Grammy e noto a livello internazionale - ha suonato, tra gli altri, con Wynton Marsalis, Mulgrew Miller, Nicholas Payton, Benny Golson, e Maceo Parker; Clarl Sommers - bassista e compositore californiano - da decenni spopola in tutti gli Stati Uniti per le importanti collaborazioni e per un suono che caratterizza e dà corpo al timbro di tutta la band. Infine John McLean, chitarrista dall'ultraventennale carriera che ha suonato tra gli altri con Adam Nussbaum, Dave Douglas, Arthur Blythe e che nella personalissima improvvisazione jazz ha la propria personale chiave di lettura.

Kurt Elling
5 novembre Teatro Comunale G. Verdi-Pordenone
www.comunalegiuseppeverdi.it