VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ARTE arrow Destini incrociati. Incontro con Tatiana Daniliyants
Destini incrociati. Incontro con Tatiana Daniliyants
di M.M.   
v3ipzzch.jpgTatiana Daniliyants, artista russa autrice di numerosi cortometraggi, film e documentari, esplora idealmente e poeticamente l’incontro tra Venezia e Sergej Paradjanov, (Tbilisi, 9 gennaio 1924–Erevan, 20 luglio 1990), regista sovietico, nato da genitori armeni, autore di film leggendari come Il colore del melograno, Ashik-Kerib. In The Gift of Venice to Sergej Paradjanov, mostra ospitata fino al 27 novembre nella Galleria VeniceArtfactory / Veniceinabottle, Tatiana Daniliyants, attraverso fotografia, regia e arti applicate, crea un’atmosfera surreale capace di connettere fortemente il pubblico alle visioni creative del regista russo.

 

Dal suo personalissimo punto di vista chi è stato Sergej Paradjanov?
Paradjanov è un grande esempio di libertà personale, mantenuta anche sotto la pressione delle autorità sovietiche. Passò quattro anni in prigione e anche in quegli anni, in condizioni difficilissime, creò e incoraggiò amici e parenti a essere creativi. Una grande forza spirituale, non solo per un artista ma per chiunque.

Come è nata e come si è sviluppata l’idea di una mostra omaggio?
Io sono nata in Unione Sovietica ai tempi della Perestroika. Per noi era un periodo di transizione, la cultura, che era stata vietata negli anni precedenti, era ora accessibile: Tsvetaeva, Tarkovsky, Sakharov, Solzhenitsyn… molte personalità sono state riscoperte. I film di Paradjanov sono stati molto importanti per me all’epoca, mentre studiavo cinema all’Accademia di Belle Arti di Mosca. Anni dopo, durante una visita alla capitale dell’Armenia, Jerevan, ho visitato la casa-museo di Paradjanov e mi sono interessata ancora di più alla sua storia. In quel periodo, mi interessava il tema della forza, sia umana che artistica: come sopravvivere e rimanere creativi nonostante la pressione personale o sociale. Le lettere di Paradjanov dal carcere mi hanno ispirato e ho voluto farne un omaggio. Così è nato il mio progetto. L’approccio ‘teatrale’ dei suoi film e alcuni materiali tipicamente veneziani mi hanno fatto pensare a un collegamento tra lui e la città, e l’ho trovato! Nel 1977, i suoi film sono stati proiettati alla Biennale e dedicati ai dissidenti mentre lui era in carcere. Nel 1988 fu invitato alla Mostra del Cinema di Venezia e presentò Ashik-Kerib, un film che ebbe un grande successo.

6a4342_468d0dc451f74a148900c6e21cf2a816mv2.jpgLe Sue opere mostrano un equilibrio tra mezzi artistici differenti: video, fotografia, vetro. Come ha sviluppato i diversi linguaggi creativi?
Ho studiato fotografia, film, e arti visive in Russia, Italia, Belgio e Polonia. L’arte vetraria rientra nei miei interessi dal 2006 quando ho visitato Murano e gli artigiani del vetro. Nel 2010 ho girato Anima russa e da allora ho sempre voluto fare nuove esperienze in questo senso. Il vetro, Venezia, e la personalità di Paradjanov sono state gli elementi fondamentali di questo progetto, che non esisterebbe senza di loro e senza il supporto degli amici veneziani.

 

«Tatiana Daniliyants. The Gift of Venice to Sergej Paradjanov»
Fino 27 novembre
VeniceArtfactory / Veniceinabottle, Via Garibaldi, Castello 1794

www.veniceartfactory.org

 
    11|02|2017 - 29|04|2017
  • THE HIDDEN DIMENSION, chapter I. Vanessa Safavi / Tyra Tingleff/ Enrico Boccioletti / CCH / Laura Renna / Francesco Candeloro /
    Marignana Arte, Rio Terà dei Catecumeni, angolo Calle Lanza - Venezia
    The Hidden Dimension, in italiano La dimensione nascosta, è il titolo del libro scritto dall’antropologo statunitense Edward T. Hall con...

  • 18|02|2017 - 02|05|2017
  • CATHÉDRALE ORTHODOXE PARIS
    Fondazione Wilmotte, Fondamenta dell'Abbazia, Cannaregio 5360 - VENEZIA
    Le foto di Alessandra Chemollo raccontano la nuova realizzazione architettonica dello Studio Wilmotte & Associés Architectes a Parigi: il...

  • 11|02|2017 - 28|05|2017
  • WILLIAM MERRITT CHASE Un pittore tra New York e Venezia
    Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna, Santa Croce 2076 - VENEZIA
    Sessanta opere provenienti da collezioni pubbliche e private statunitensi arrivano a Ca’ Pesaro per la prima mostra in Italia dedicata...

  • 18|03|2017 - 04|06|2017
  • DA POUSSIN A CÉZANNE Disegni della Collezione Prat
    Museo Correr, Piazza San Marco - VENEZIA
    Una preziosa mostra di disegni, provenienti da una della più importanti raccolte private francesi: nelle sale del Museo Correr sfilano...

  • 18|02|2017 - 04|06|2017
  • HIERONYMUS BOSCH E VENEZIA
    Palazzo Ducale, Appartamento del Doge, Piazza San Marco 1 - VENEZIA
    Una mostra piccola dal fascino intramontabile alla ricerca delle opere ‘veneziane’ del grande Hieronymus Bosch, pittore affascinante ed...

  • 25|02|2017 - 26|06|2017
  • RITA KERNN-LARSEN Dipinti surrealisti
    Project Rooms, Collezione Peggy Guggenheim, Dorsoduro 701 - VENEZIA
    Un inedito approfondimento dedicato all’arte surrealista di Rita Kernn-Larsen (Hillerød 1904–Copenaghen 1998), che nel 1937...

  • 15|04|2017 - 02|07|2017
  • ATTORNO A TIZIANO L’annuncio, la linea e la materia verso Fontana
    Centro Culturale Candiani, Piazzale Candiani - MESTRE (Ve)
    "Cortocircuito – Dialogo tra i secoli"
    Un inedito e intrigante dialogo tra due giganti dell’arte italiana: Tiziano e Fontana. Gabriella Belli e Luca Massimo Barbero, curatori della...

  • 23|03|2017 - 23|07|2017
  • SERENISSIME TRAME Tappeti dalla collezione Zaleski e dipinti del Rinascimento
    Galleria Giorgio Franchetti alla Ca’ d’Oro, Cannaregio 3932 - VENEZIA
    Tessuti straordinari, coloratissimi, composti da elaborati intrecci dalla forte carica simbolica. Una selezione di 25 antichissimi e rarissimi...

  • 10|04|2017 - 30|07|2017
  • ETTORE SOTTSASS: il vetro
    Le Stanze del Vetro, Isola di San Giorgio Maggiore - VENEZIA
    Le Stanze del Vetro celebrano la produzione vetraria dell’architetto italiano Ettore Sottsass (1917–2007), nel centenario della sua...

  • 12|04|2017 - 10|09|2017
  • DAVID LACHAPELLE Lost & Found
    Casa dei Tre Oci, Fondamenta delle Zitelle 43, Isola della Giudecca - VENEZIA
    «Amo creare tramite l’uso della fantasia, tramutando in immagine i miei sogni». David LaChapelle Una grande mostra monografica,...

  • 29|04|2017 - 01|10|2017
  • CABINET OF CURIOSITIES La Collezione Drom
    Museo di Palazzo Mocenigo, Salizada di San Stae, Santa Croce 1992 - VENEZIA
    La straordinaria collezione della famiglia Storp, fondatrice nel 1911 a Monaco di Baviera di Drom Fragrances, dialoga con il Museo di Palazzo...

  • 21|04|2017 - 15|11|2017
  • PALAZZO CINI. LA GALLERIA – VIK MUNIZ Afterglow: Pictures of Ruins
    Palazzo Cini, San Vio, Dorsoduro 864 - VENEZIA
    Afterglow: Pictures of Ruins di Vik Muniz inaugura la stagione 2017 della Galleria di Palazzo Cini a San Vio con un omaggio alla...

  • 07|04|2017 - 27|11|2017
  • LORIS CECCHINI Waterbones
    Event Pavilion, T Fondaco dei Tedeschi, Riato, Calle del Fondaco - VENEZIA
    Le sue grandi installazioni si collocano al crocevia tra scultura, architettura e dimensione organica e confondono le percezioni dello spettatore per...

  • 09|04|2017 - 03|12|2017
  • DAMIEN HIRST Treasures from the Wreck of the Unbelievable
    Palazzo Grassi, San Samuele | Punta della Dogana, Salute - VENEZIA
    Un progetto inedito, frutto di un lavoro durato dieci anni, dell’artista britannico Damien Hirst che coinvolge per la prima volta...