VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow NIGHTLIFE arrow Non è Rio de Janeiro… La poesia "mainstream" di Calcutta al Rivolta
Non è Rio de Janeiro… La poesia "mainstream" di Calcutta al Rivolta
di Gabriella Zullo   
calcutta.jpgCalcutta: un nome semplice da ricordare. Sempre più apprezzato sulla scena nazionale, il suo cantautorato raccoglie le influenze di Dalla, Battisti e Carboni aderendo però al tropicalismo, movimento culturale e musicale brasiliano del XX secolo. I suoi pezzi infatti sono la perfetta corrispondenza di questi disincantati tempi moderni, dove tutto sembra scontato, dove  anche l’amore e l’amicizia si dividono tra uno shot di vodka il sabato sera e una marea di paure, con un futuro che si intravede appena.

 

Lui parla di tutto quello che succede alla nuova generazione, quella dai 20 ai 30 e poco più. Sarà la sincerità dei suoi testi la chiave della sua carriera o forse è il fatto che è facile riconoscervisi perché sono così tremendamente veri. Dopo aver ‘bazzicato’ in vari gruppi locali tra Roma e Latina, nel 2012 arriva il momento di svolta con l’album d’esordio Forse… registrato dalla Geograph Records. Fu il trampolino di lancio per ‘bucare’ la scena musicale nazionale con concerti e serate nei locali di tutta Italia. Ma il singolo che riassume la sua carriera, quella canzone che “tutti sanno” è Cosa mi manchi a fare tratto dall’album Mainstream (2015), a cui seguono gli altri singoli diventati praticamente tormentoni come Gaetano, Frosinone e Oroscopo con milioni di visualizzazioni su YouTube – postilla: come se fosse questo a dare talento a un artista.

 

Comunque sia Calcutta porterà la sua poesia disincantata il 10 dicembre al Centro Sociale Rivolta, il luogo perfetto per festeggiare le 100 tappe del tour Mainstream: un appuntamento imperdibile accompagnato dall’open act di Cosmo dallo stile e dai falsetti inconfondibili. E a questo punto il “momento citazione” è d’obbligo «Ma non mi importa se non mi ami più / E non mi importa se non mi vuoi bene / Dovrò soltanto reimparare a camminare» (Cosa mi manchi a fare, 2013). E per il momento a noi basta aspettare…


Calcutta
10 dicembre 2016

Centro Sociale Rivolta-Marghera (Ve)
www.rivoltapvc.org