VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO arrow Le rose che non colsi. La guerra, l’amore e l’arte all’Avogaria
Le rose che non colsi. La guerra, l’amore e l’arte all’Avogaria
di Livia Sartori di Borgoricco   
maxresdefault-1.jpgProseguono fino a fine anno I Martedì de l’Avogaria. Il 6 dicembre va in scena Il ritmo della vita di Antonella Caniato, una produzione CostrettiOltreConfine diretta da Filippo Maria Covre con Andreapietro Anselmi e Carolina Leporatti nei panni del soldato Attilio e della prostituta (un po’ per necessità, un po’ per scelta) Emma. Sullo sfondo della Grande Guerra, sospesi tra gli alti valori ereditati dal Risorgimento e la bassezza della carneficina, i due personaggi dialogano tra allegria e tristezza, alternando la Storia alle storie personali.

 

Ancora un uomo e una donna sono al centro della scena il 13 dicembre in Terapia di coppia, di e con Nancy Citro e Roberto Tavella. Il racconto di una storia d’amore in crisi si dipana sotto gli occhi degli spettatori: ricordi, incomprensioni, primi appuntamenti, lacrime, sorrisi, sorprese, delusioni, tracollo, dolore… tutto viene lentamente alla luce proprio come in una seduta di psicoterapia in cui è il pubblico stesso a suggerire le domande.

 

Ultimo appuntamento il 20 dicembre con Non vero (e bello), uno spettacolo di e con Jacopo Zerbo che racconta la condizione dell’arte oggi attraverso la vita e la poesia di Guido Gozzano, uno dei più grandi poeti del Novecento di cui ricorre il centenario dalla morte.

«I Martedì de l’Avogaria»
6, 13, 20 dicembre 2016

Teatro a l’Avogaria - Venezia

www.teatro-avogaria.it
 

 

:agenda teatro

    27|05|2017
  • STOMP
    Teatro Goldoni - Venezia
    "Eventi Speciali"
    Stomp Productions - Glynis Henderson Productions  in collaborazione con Terry Chegia   

  • 28|05|2017
  • STOMP
    Teatro Goldoni - Venezia
    "Eventi Speciali"
    Stomp Productions - Glynis Henderson Productions  in collaborazione con Terry Chegia