VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow CINEMA arrow Tempi moderni. Istantanee di società (in)civile
Tempi moderni. Istantanee di società (in)civile
di Andrea Zennaro   

2015-01-24-indfiglio_6_20141217_1272301114.jpgSe con il Neorealismo il cinema italiano ha raggiunto livelli artistici inarrivabili e riconosciuti in tutto il mondo, con la sua evoluzione filtrata dal registro comico ha continuato a rappresentare lo specchio della società italiana, con tutte le sue sfaccettature. Anzi, con l'elemento satirico al suo interno, la commedia all'italiana ha potuto andare più a fondo nella critica ai poteri forti: all'epoca Alberto Sordi si rifiutò di recitare ne I mostri (1963) di Dino Risi perché troppo anti-democristiano.

 

Questo dicembre alla Casa del Cinema una rassegna riunisce alcune opere di questo filone cinematografico partendo dagli anni Sessanta fino a giungere ai giorni nostri. La risata amara che percorre il grande Romanzo popolare (1974) di Mario Monicelli, con un sublime Ugo Tognazzi, la ritroviamo, seppure ad un livello stilistico ed artistico assai inferiori, ne La bella vita (1995) di Paolo Virzì; il carattere macchiettistico ed episodico de I mostri di Risi fanno da contraltare al più televisivo e registicamente meno curato Viaggi di nozze dell'istrionico Carlo Verdone.

 

Il magnifico La terrazza di Ettore Scola, con un cast di livello eccezionale, è fonte di ispirazione per il racconto corale di Francesca Archibugi in Nel nome del figlio del 2015, punto di non ritorno degli ideali politici della Sinistra italiana. Nei film della rassegna Romanzi popolari tutti i mali del nostro Paese emergono e portano ad una totale e disillusa perdita di ideali.

 

Se l'italiano descritto negli anni Sessanta era un vile arrampicatore sociale, che cercava appoggi politici per prevalere a discapito degli altri, poco è cambiato ai giorni nostri, in cui forse la situazione è perfino peggiorata, poiché si è affievolita di molto la speranza in un futuro più roseo.

«Romanzi popolari»
2, 5, 7, 12, 16, 19 dicembre Videoteca Pasinetti
www.comune.venezia.it/cinema