VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow MUSICA arrow Music Feast, la carica dei 18. Al Bauer il jazz è sotto l’albero
Music Feast, la carica dei 18. Al Bauer il jazz è sotto l’albero
di Redazioneweb2   

aba.jpgDal 23 dicembre al 6 gennaio l’Hotel Bauer di Venezia offre a veneziani e turisti la possibilità di trascorrere le festività natalizie accompagnati dalle voci e dai suoni di straordinari artisti. Per 9 giorni si alterneranno nello storico BBar del Cinque Stelle lagunare 9 band che si esibiranno in 18 concerti, due per sera, alle 19 e alle 22, nella fortunata formula che permette di coniugare il momento dell’aperitivo e del dopocena con imperdibili occasioni di godimento musicale, all’irrisorio costo di 9 € come supplemento sulla prima consumazione obbligatoria.

 

Una kermesse unica nel suo genere che porta a Venezia tutta l’energia della musica nata a cavallo tra Otto e Novecento dagli schiavi afroamericani e propagatasi poi in tutto il mondo a partire dagli storici locali di New Orleans. Un calendario fitto e variegato: il 23 ecco Claudia Martin, che dopo gli anni a New York e collaborazioni importanti con Gloria Gaynor e Santana, Christina Aguilera e Jon Bon Jovi, torna in Italia per regalarci momenti imperdibili grazie alla sua voce.

 

claudia_martin.jpgVigilia, Natale e Santo Stefano sono invece in compagnia di Vincent Williams, già seguitissimo e apprezzatissimo lo scorso anno: il suo repertorio di cantante spazia dal gospel al jazz, dal soul al funk, per una voce utilizzata come uno strumento al servizio dell’anima. Un artista a tutto tondo, essendo Williams anche coreografo e ballerino per importanti produzioni. Dal 27 al 30 in Campo San Moisè arriva Aba, all’anagrafe Chiara Gallana, cantante dell’edizione 2013 di X Factor dalla voce calda e potente e dalla forte presenza scenica, con una predilezione per la musica afro-americana e il mondo musicale blues, soul, jazz e gospel.

 

Il 2017 si apre il 6 gennaio con Irene Guglielmi, accompagnata alle tastiere da Dario Dal Molin e al contrabbasso da Riccardo Di Vinci, per uno spettacolo unico e travolgente accompagnato da una delle più belle voci del panorama soul e r’n’b italiano. Nell’arco di un anno, da quando Francesca Bortolotto Possati, CEO dell’Hotel Bauer, e Manuel Vecchina, organizzatore della rassegna, hanno aperto le porte dell’albergo al jazz, sono stati quasi 100 i concerti che si sono susseguiti, ospitati d’estate sulla terrazza affacciata sul Canal Grande e d’inverno al BBar. A confermare l’internazionalità dell’albergo, i 363 artisti che si sono alternati provengono da 16 paesi diversi, mentre ad applaudirli sono stati oltre 8500 spettatori, tra cui nomi illustri come quelli di Jude Law, Paolo Sorrentino, Malcom McDowell, i responsabili dei maggiori Jazz Festival del mondo tra cui Carlo Pagnotta, Enzo Capua e Annika Larson di Umbria Jazz, Fritz Thom direttore del Jazz Festi Wien e presidente dell'International Jazz Festival Organization. Tra le curiosità, hanno suonato anche Phil Mer, batterista figlio di Red Canzian dei Pooh, e Misha Mullova Abbado, contrabbassista e bassista, figlio del compianto direttore d’orchestra Claudio Abbado.

«JAZZ at the BAUERs»
23-30 dicembre 2016, 6 gennaio 2017 Hotel Bauer
www.bauervenezia.com/jazz - 0415207022