VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO arrow Indissolubili lacci. L'attesissimo ritorno di Silvio Orlando al Toniolo
Indissolubili lacci. L'attesissimo ritorno di Silvio Orlando al Toniolo
di Chiara Sciascia   
silvio-orlando-lacci_rid.jpg«Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie». Si apre così, con le parole cariche di risentimento di una delle lettere di Vanda al marito, il primo spettacolo del nuovo anno al Teatro Toniolo: l’attesissimo Lacci di Domenico Starnone, che vede rinnovarsi l’ideale sodalizio artistico tra l’autore e Silvio Orlando, a 25 anni dallo storico successo de La scuola, recentemente riproposto e tutt’ora in tournée.

 

Dopo aver vestito i panni del Cardinal Voiello nell’acclamatissima serie tv The Young Pope, diretta da un sempre più geniale Paolo Sorrentino, Silvio Orlando torna a calcare il palcoscenico impersonando lo scuro protagonista di un ruvido dramma familiare scaturito dalle pagine dell’omonimo romanzo che lo stesso Starnone ha accettato di ridurre per il teatro, mentre la regia è affidata ad Armando Pugliese.

 

Intrappolati in questa “sinfonia del dolore”, espressione con cui il regista definisce la commedia/tragedia, una moglie e un marito, e attorno a loro un matrimonio finito, il dolore e la solitudine dell’abbandono, il fallimento della famiglia, la disgregazione. 


 

Era la fine degli anni Sessanta quando i due protagonisti decidono di sposarsi per soddisfare quella voglia impellente d’indipendenza, salvo trovarsi poi a trent’anni con due figli a carico e una famiglia che diventa col passar del tempo, più indice di arretratezza che di autonomia. Quasi seguendo un ‘naturale’ corso, il nucleo famigliare si dissolve, il marito si trasferisce per lavoro in un’altra città, si lascia travolgere da un amore nuovo e idilliaco, mentre la moglie rimane sola, abbandonata, chiusa in un'armatura di rabbia, con due figli, in quella casa, senza più nulla.

 

silvio_orlando_lacci.jpgMa Vanda, con l’ostinazione che solo il dolore di una donna è in grado di generare, saprà riportare alla luce i lacci indissolubili che legano il marito alla famiglia, il padre ai figli, ed egli farà ritorno per sprofondare in un incubo, senza mai trovare perdono o esser in grado di curare la ferita inflitta, prigioniero di una quotidianità triste e monotona, schiavo del rimpianto e di un’ipocrisia necessaria alla sopravvivenza, propria e della famiglia.
Il testo di Starnone è di un’amarezza profonda, un mosaico di fallimenti che accompagnano vite intere, con ragioni e torti scambievoli, una tragedia sull’incomunicabilità e sul sacrificio, una visione radicale della famiglia contemporanea, specchio delle coppie e dei figli in crisi.


Che nessuno in realtà faccia colazione allegramente, tutti insieme intorno al tavolo del Mulino la mattina, ormai l’avevamo già intuito ma, come sottolinea lo stesso Orlando, Lacci è come «come un family night, una lunga notte (sgranata negli anni) della famiglia italiana che s’oppone al concetto falso del family day, dove tutto fra le pareti domestiche finisce a tarallucci, o con lo sguardo basso sul telefonino. Siamo in un ambito piccolo borghese, e abbiamo a che fare con generazioni degli anni Sessanta, con gente normale cui si squarcia il cervello, che non regge all’impatto con sentimenti centripeti e poi di colpo centrifughi, mentre s’è stretto un patto di ipocrisia che non resiste».
 Accanto a Silvio Orlando, sul palco Vanessa Scalera nel ruolo della moglie Vanda, una donna “quasi incancrenita nel dolore” come sottolinea l’attrice, ma anche Maria Laura Rondanini, moglie nella vita di Orlando, qui nei panni della figlia, Sergio Romano nel ruolo del figlio e Roberto Nobile, nel ruolo del vicino di casa, custode di confessioni e segreti del 'buon' marito.

 

Lacci
11, 12 gennaio 2017

Teatro Toniolo-Mestre (Ve)
www.culturaspettacolovenezia.it

 

 

:agenda teatro

    19|10|2017
  • LETTERE DALLA NOTTE
    Teatro Ca’ Foscari - Venezia h. 20.30
    “Alterazioni – Diffrazioni di senso”
    dai testi di Nelly Sachs con Chiara Guidi e il coro degli studenti della città Musica dal vivo, Natàn Santiago...

  • 20|10|2017
  • LA SOLITUDINE DEL NOBEL
    Teatro Ballarin-Lendinara (Ro) h. 21
    “Musik[é] 2017”
    Divertimento teatrale per voce femminile di Massimiano Bucchi Con Laura Curino

  • 22|10|2017
  • OMAGGIO A PINA BAUSCH
    Teatro Malibran - Venezia h. 17
    Danzatori: Raphaelle Delaunay e Asha Thomas, Pablo Aran Gimeno

  • IL MAGO DI OZ
    Teatro Momo-Mestre h. 17
    “Domenica a Teatro 2017/18”
    Teatrino dell’Erba Matta Si apre con un grande classico della letteratura per l’infanzia, la nuova stagione del Teatro...

  • 26|10|2017
  • LE AVVENTURE DI NUMERO PRIMO
    Teatro Goldoni- Venezia h. 20.30
    “Stagione di Prosa 2017/18”
    di Gianfranco Bettin e Marco Paolini Con Marco Paolini Musiche originali di Stefano Nanni

  • FRATELLI
    Teatro Ca’ Foscari - Venezia h. 20.30
    “Alterazioni – Diffrazioni di senso”
    di Pier Lorenzo Pisano con Fabrizio Colica, Claudio Colica, Francesca Mazza

  • 27|10|2017
  • LE AVVENTURE DI NUMERO PRIMO
    Teatro Goldoni - Venezia h. 20.30
    “Stagione di Prosa 2017/18”
    di Gianfranco Bettin e Marco Paolini Con Marco Paolini Musiche originali di Stefano Nanni

  • MASSIMO LOPEZ & TULLIO SOLENGHI SHOW
    Gran Teatro Geox-Padova h. 21.30
    Musiche dal vivo della Jazz Company

  • 28|10|2017
  • LE AVVENTURE DI NUMERO PRIMO
    Teatro Goldoni - Venezia h. 19
    “Stagione di Prosa 2017/18”
    di Gianfranco Bettin e Marco Paolini Con Marco Paolini Musiche originali di Stefano Nanni

  • COPPIA APERTA QUASI SPALANCATA
    Teatrino Zero, Crea-Spinea (Ve) h. 21
    “Chi č di scena allo ZERO?”
    di Dario Fo e Franca Rame con Lisa Moras e Michele Vargiu   Chi è di scena allo ZERO? La nuova rassegna si apre con...

  • 29|10|2017
  • LE AVVENTURE DI NUMERO PRIMO
    Teatro Goldoni h. 16
    “Stagione di Prosa 2017/18”
    di Gianfranco Bettin e Marco Paolini Con Marco Paolini Musiche originali di Stefano Nanni

  • LE MORBINOSE
    Teatro Momo-Mestre h. 16
    “Divertiamoci a Teatro 2017/18”
    di Carlo Goldoni La Bautta “Fulvio Saoner”

  • 30|10|2017
  • YAMAMURA WAKAHAYAKI
    Teatro Goldoni - Venezia h. 20
    Danze tradizionali e canti juta.   Una serata con le danze di Yamamura Wakahayaki, proveniente...

  • 03|11|2017
  • ESERCIZI DI STILE
    Teatro Balzan-Badia Polesine (Ro) h. 21
    “Musik[é] 2017”
    di Umberto Eco Stefania Rocca, voce recitante Musiche di Poulenc, Milhaud, Ravel, Debussy, Satie

  • 04|11|2017
  • DELUSIONIST
    Teatro Goldoni - Venezia h. 20.30
    “Stagione di Prosa 2017/18”
    Testo, regia e interprestazione, Natalino Balasso e Marta Dalla Via

  • 05|11|2017
  • DELUSIONIST
    Teatro Goldoni - Venezia h. 20.30
    “Stagione di Prosa 2017/18”
    Testo, regia e interprestazione, Natalino Balasso e Marta Dalla Via

  • LA FIABA DI CELESTE
    Teatro Momo-Mestre h. 17
    “Domenica a Teatro 2017/18”
    Compagnia Franceschini performingarts Teatro d’attore e di figura con pittura dal vivo (dai 3 anni)

  • 17|04|2018
  • ORLANDO FURIOSO
    Teatro Malibran h. 19
    "Stagione Lirica e Balletto 2017/18"
    Musica di Antonio Vivaldi Direttore Diego Fasolis Regia Fabio Cerasa Nuovo allestimento Fondazione la Fenice in coproduzione con...