VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow TEATRO arrow Il buio oltre il Carnevale. Sangati porta in scena un sorprendente Goldoni
Il buio oltre il Carnevale. Sangati porta in scena un sorprendente Goldoni
di Mariachiara Marzari   

donne-gelose.jpg

Lettura dopo lettura, messa in scena dopo messa in scena, le opere di Carlo Goldoni assumono sempre più nel panorama delle stagioni teatrali la certezza di non essere rappresentazioni tradizionali ma, al di là delle sfumature di una lingua dialettale, di sapere essere attuali nella capacità di indagare l'animo umano in una società in decadenza. Proprio questo elemento trasforma la commedia in consapevole tragedia.

 

Non deve stupire così che la sua prima commedia scritta interamente in dialetto, Le donne gelose, messa in scena nel 1752, che segnò il passaggio dalla maschera all’attore, sia incredibilmente attuale. Goldoni alterna in un montaggio compulsivo interni ed esterni, alto e basso, privato e pubblico: si avverte nel testo una sconnessione, un disordine, l’entropia di una cultura che ha perso definitivamente la sua centralità.

 

Giorgio Sangati, giovane regista, porta in scena Le donne gelose al Teatro Goldoni, correggendo qualche luogo comune, imprimendo la sua visione su una commedia che fa ridere molto, di noi, anche amaro. Al centro della vicenda sono il gioco del lotto e il personaggio di una vedova non più giovane, ma che non intende per questo rinunciare alla sua femminilità e alla libertà che le deriva dal denaro...

 

donne-gelose1.jpg«È un mondo chiuso – spiega Sangati – claustrofobico, senza contatti con l’esterno, autoreferenziale, segnato prima ancora che dalla crisi economica da una deriva morale che trascina i protagonisti in un vortice di dipendenza patologica dal gioco, in un turbine di gelosie e invidie deliranti».

 

«È una Venezia anomala, scura, silenziosa – continua il regista – semideserta. Perfino il Carnevale rimane sullo sfondo, confinato fuori scena. La festa per eccellenza del rovesciamento, in cui si può fingere di essere ciò che non si è, non può coinvolgere un ceto che può rovesciarsi solo nel proprio vuoto di valori». 

 

Le donne gelose
26-29 gennaio 2017

Teatro Goldoni - Venezia
www.teatrostabileveneto.it