VeneziaNews :venews

  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
  • Venezia News
Home arrow ZOOM arrow Giorno della Memoria 2017. Al Teatro Momo per non dimenticare
Giorno della Memoria 2017. Al Teatro Momo per non dimenticare
di Redazioneweb   
cappuccetto-uf-2.jpgPartecipando alle iniziative per il Giorno della Memoria 2017, il Teatro Momo dedica una giornata speciale alla ricorrenza con due spettacoli dedicati che aiuteranno il pubblico a riflettere, a mantenere viva la memoria della shoah, perché non si perda nella nebbia del tempo, perché quel passato non debba mai più tornare ad e sere presente, per nessuno.


La mattina alle ore 10.30 il Museo Ebraico di Venezia, insieme a CoopCulture, al Comune di Venezia, offre alle scuole una replica gratuita dello spettacolo di Jean Claude Grumberg Cappuccetto Uf (è necessaria la prenotazione t. 041715359).


Mattia Berto e Sara Lazzaro saranno gli straordinari protagonisti di questo spettacolo che con ironia, divertimento e delicatezza, rivisita con umorismo la celebre favola popolare trasformandola in una parabola dolceamara sull’intolleranza, sulla shoah, sulla brutalità dell’odio nazista e sull’importanza di preservare la libertà. Al limitar di un bosco, Cappuccetto Rosso incontra Wolf, un lupo travestito da caporale. La informa della triste verità: lei è Uf e, come tutti gli Uf, piccoli e grandi, le è proibito tutto o quasi.

 

Chi sono oggi il Lupo e Cappuccetto? Cosa penseranno i bambini di questo Lupo che cita regole astruse per limitare la libertà della bambina? – invita a riflettere il regista Mattia Berto – Spesso la parte più bella delle storie per l’infanzia è quella che vediamo nello sguardo dei bambini, che non si fermano a quello che vorremo insegnargli ma riescono come per incanto a vedere oltre».

160130_rukeli.jpgIn serata alle 20.30 la compagnia di ricerca veneziana Farmacia Zoo:E’ porta in scena lo spettacolo vincitore del Roma Fringe Festival. Una storia di dignità, per non dimenticare i totalitarismi e fare della memoria un esercizio di cambiamento.
Il testo di 9481/Rukeli è firmato da Gianmarco Busetto, anche interprete di un intenso e mai domo Trollmann, detto Rukeli. Un eroe dimenticato capace di sfidare la propaganda nazista presentandosi di fronte al suo avversario con la faccia cosparsa di farina e i capelli tinti di biondo, per canzonare la retorica ariana e i gerarchi che lo avevano costretto a combattere senza muoversi dal centro del ring. Un gesto che lo porterà –e lui già lo sapeva – ad andare incontro alla morte in un campo di concentramento.

 

La vicenda tragica ed eroica di Rukeli è occasione di riflessione sulle “resistenze” di ieri e di oggi, sul coraggio e la dignità di chi ha saputo non arretrare di un millimetro rispetto ai propri ideali, pagando il prezzo più alto. Una storia che è anche provocazione, un invito a tirare fuori dai cassetti la memoria del Porajmos, termine sconosciuto ai più con cui si indica lo sterminio di cui furono vittime i rom ad opera del regime nazista. Un punto di vista diverso, uno sguardo scomodo e necessario sull’Olocausto e su alcune delle sue pagine meno conosciute.

 

Cappuccetto Uf

27 gennaio h. 10.30 

(spettacolo riservato alle scuole)

 

9481/Rukeli

27 gennaio h. 20.30

(ingresso € 15)

 

Teatro Momo, Mestre

www.culturaspettacolovenezia.it